Marcelo sbotta contro i giornalisti e chiude alla Juventus: “Siete invidiosi perchè non sapete giocare a calcio. Mai ricevuto offerte”

Marcelo sbotta contro i giornalisti e chiude alla Juventus: “Siete invidiosi perchè non sapete giocare a calcio. Mai ricevuto offerte”

Con un gol di Marcelo, Lopetegui salva (sinora) la panchina. Ma come? Il terzino non era uno dei più arrabbiati con il tecnico? E non ha chiesto alla società di essere ceduto alla Juventus per tornare a giocare con il suo amico CR7?

di Redazione Il Posticipo
marcelo

Se si cerca un protagonista in casa Real Madrid, spesso e volentieri basta guardare dov’è la testa piena di ricci. Nel bene o nel male, pochi calciatori sono fondamentali nell’economia di una squadra quanto lo è Marcelo con i Blancos. È un caso che questo inizio di stagione travagliato coincida con un momento di calo di forma del brasiliano? Probabilmente no. Così come non può essere solamente una coincidenza che con un suo gol Lopetegui salva (sinora) la panchina. Ma come? Il terzino non era uno dei più arrabbiati con il tecnico? E non ha chiesto alla società di essere ceduto alla Juventus per tornare a giocare con il suo amico CR7?

GIORNALISTI – No, almeno a giudicare dalle dichiarazioni, riportate da Marca, rilasciate dal verdeoro dopo la partita contro il Viktoria Plzen. “Lopetegui salva la panchina e ci sarà al Camp Nou? Meraviglioso, per me sta facendo un lavoro straordinario”. Prima smentita, dunque, alle voci di una rottura tra il brasiliano e il suo tecnico. Ma allora, perchè l’inizio di stagione è stato così travagliato e pieno di casi mediatici? Colpa…di chi scrive. “Le critiche? Beh, quando non si vince diventa tutto più difficile, ma siete voi giornalisti ad aver parlato di crisi. Voi volete creare danni nello spogliatoio, tutti i giornalisti cercano di farlo. Forse perchè siete invidiosi di non saper giocare a calcio…”. Breve e dritto al punto.

JUVENTUS – Marcelo dopo il gol festeggia dedicando la rete al preparatore italiano Antonio Pintus e chiarisce che non ha alcuna intenzione di andarsene dal Real, indicando lo stemma del club sulla maglia. “A volte leggo cose che non credo siano giuste, ma a me in fondo non dà fastidio nulla. Non ho ricevuto nè ascoltato nessuna offerta. Impossibile trovare qualcuno più madridista di me. E comunque ho un contratto con il Real”. Chiusura…ma non troppo. E l’ultima parola è per i fischi ricevuti nonostante la vittoria. È una cosa normale? Sì. “Qui hanno fischiato sempre, anche contro tutti i fenomeni che sono passati…”. Se è pace, sembra un po’ troppo armata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy