Marcelo, insofferenza e battibecco social: “Sì, va bene, è tutta colpa mia…”

Marcelo, insofferenza e battibecco social: “Sì, va bene, è tutta colpa mia…”

Prima si criticava allo stadio, ora si passa attraverso uno schermo e una tastiera. Ma adesso, anche per chi scende in campo vale la stessa regola: per rispondere a chi attacca, basta prendere il telefono. Ed è esattamente quello che ha fatto Marcelo.

di Redazione Il Posticipo

Il fantastico mondo dei social ha sempre qualche effetto sul calcio. Prima si criticava allo stadio, ora si passa attraverso uno schermo e una tastiera. Una cassa di risonanza enorme, a cui tutti possono accedere senza nessun controllo, o quasi. Ma per chi si diverte a insultare questo o quel calciatore, o a criticarlo senza pietà, c’è anche un lato negativo. Prima era complicato pensare che la vittima degli insulti potesse salire sugli spalti e avere un faccia a faccia col tifoso. Adesso anche per chi gioca, vale la stessa regola: basta prendere il telefono. Ed è esattamente quello che ha fatto Marcelo.

CRITICHE – Che dopo la sconfitta contro il Girona è stato al centro delle critiche dei tifosi del Real Madrid. C’è chi gli ha rimproverato poco impegno e addirittura chi sostiene che stia giocando male appositamente per farsi cedere alla Juventus “del suo amichetto Cristiano Ronaldo”. Insinuazioni che certamente sono piaciute poco al brasiliano. Che però per farsi sentire ha deciso di rispondere a un post in particolare. Strano a dirsi, quello meno pesante. Del resto, si parla di numeri. E un account Instagram ha deciso di mettere a confronto il Real nelle partite di Liga in cui è partito titolare Marcelo con quelle in cui al suo posto ha giocato dal primo minuto Reguilon.

RISPOSTA – Risultato? Quando c’è il brasiliano il Real è a quattro vittorie, due pareggi e ben sei sconfitte. Lo spagnolo invece non solo è imbattuto, ma con lui i Blancos hanno sempre vinto. E Marcelo…sembra essere d’accordo, anche se con parecchio sarcasmo, visto che ha deciso di dire la sua: “Tutta colpa mia, andiamo avanti”. Una risposta che ha colpito e che ha lasciato comunque interdetti. È un modo per scrollarsi di dosso le critiche oppure un segno dell’insofferenza ormai quasi conclamata del terzino per tutto ciò che riguarda il Real Madrid? Chissà. I numeri, però, parlano chiaro. E se Marcelo non vuole essere additato come uno dei responsabili dell’annata abbastanza storta delle Merengues, dovrà cominciare a rispondere in campo e non solo sui social.

marcelo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy