Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Maran: “Arrabbiati per il pareggio, mi piace, è la mentalità giusta”

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Prova d'orgoglio per il Genoa di Maran, questa volta premiata anche dal risultato

Redazione Il Posticipo

Altra prova d'orgoglio per il Genoa di Maran, questa volta premiata anche dal risultato. Il genoa impone il pari al Milan e, al netto del risultato, alimenta autostima e consapevolezza per puntare a un campionato diverso dalla salvezza. Maran al termine della sfida analizza la partita ai microfoni di DAZN. 

PUNTO - Un punto che assume un significato intrinseco molto più pesante al netto della soddisfazione di aver fermato la capolista.  "Mi piace che nonostante il pareggio siamo andati nello spogliatoio arrabbiati. Questo è un segno di mentalità che sta cambiando. Abbiamo cercato dall'inizio alla fine di essere squadra. E sono convinto che questa sia la strada giusta per diventare una squadra completa. Con il Milan è arrivata una buona risposta e ne siamo molto contenti. Adesso finalmente riusciamo a lavorare un po' e i risultati si vedono. Queste modifiche colmano le difficoltà di questa squadra. Adesso siamo capaci di sfoderare prestazioni positive".

RESISTENZA - Il Genoa non ha mai mollato e ha tenuto soprattutto a livello mentale. Non era facile. Così come è inaspettata, quanto gradita, la doppietta di Destro. E la sensazione di avere persino qualche rimpianto. "La nostra scelta è quella di arrivare con tanti giocatori in area di rigore  Sono soddisfatto perché la squadra si sta scrollando di dosso diverse ansie e trova continuità. Il Genoa non si spaventa più, ha autostima e si sente forte per andare a giocarsi la gara con intensità. Non siamo andati mai a caccia di alibi, ma prima non andavamo così forte perché ci sono mancati gli allenamenti. Credo sia normale che adesso abbiamo la gamba giusta per affrontare le gare. Eravamo perennemente in riserva, adesso stiamo bene e troviamo le certezze di cui abbiamo bisogno. Adesso concentriamoci sulle prestazioni e poi guardiamo la classifica. Questa deve essere la mentalità con cui proseguire in vista del proseguo della stagione".