Maran: “Tre gol li abbiamo anche fatti, ma concediamo davvero troppo”

Maran: “Tre gol li abbiamo anche fatti, ma concediamo davvero troppo”

Il Cagliari segna tre reti ma non bastano per avere la meglio sulla Roma. E adesso sono undici, le partite senza vittorie.

di Redazione Il Posticipo

La doppietta di Joao Pedro non basta. Il Cagliari esce sconfitto dalla sfida con la Roma. Alla squadra di Maran non sono state sufficienti tre reti per avere la meglio sulla Roma. E adesso, sono undici le partite senza vittoria. La squadra comunque ha mostrato carattere e abnegazione, al netto di errori ormai atavici. Finale riacceso dal rigore, ma c’è da registrare ancora una rimonta. E problemi difensivi evidenti.

CARATTERE – L’allenatore del Cagliari parla della sfida ai microfoni di Sky Sport: “Nei primi minuti ho visto delle situazioni pericolose nate da palla in nostro possesso. Non ci siamo esposti, ma abbiamo sbagliato troppo. Non dobbiamo concedere spazi né essere frettolosi. Abbiamo rischiato spesso in uscita, non deve accadere anche perchè in questo momento la palla pesa più de solito. Non è bastato crederci sino alla fine. Serviva maggiore robustezza, abbiamo concesso troppo, tre gol li avevamo anche fatti, ma concediamo con troppa facilità. C’è un po’ di paura, anche nell’affrontare situazioni difensiva. Paghiamo a caro prezzo le nostre disattenzioni, poi ci sono anche alcuni episodi che ci hanno penalizzato. Stiamo comunque concedendo troppo. Poi squadre come Roma e Napoli non perdonano”.

FUTURO – Difficile parlare di esonero, ma altrettanto innegabile che i sardi siano finiti in una spirale assolutamente negativa. Non vince da tre mesi e ha una media punti da zona retrocessione: “In questo momento non cerco risposte, manifesto il dispiacere per chi ama questa maglia. Vedere questo cuore sino alla fine significa che c’è voglia di non mollare. Al di là delle buone prove, i numeri sono questi e non possiamo nasconderci”. Le potenzialità per uscire fuori da questa situazione sembrano esserci: “Abbiamo calciatori che hanno la giocata in più. Dobbiamo solo concedere meno possibile. Nel nostro spogliatoio svisceriamo i problemi con grande lealtà e a testa alta. Le analisi aiutano a portare i correttivi giusti, ma vanno supportati da situazioni in cui gli sforzi devono essere alimentati dai risultati”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy