Maradona, che trovata del Gimnasia: una mascotte… oversize

Maradona, che trovata del Gimnasia: una mascotte… oversize

La società argentina, al netto dei risultati in classifica, o forse per correggere la rotta, ha ideato un nuovo “gadget”. A metà fra la pubblicità e la scaramanzia. Una mascotte di Maradona. Piuttosto ingombrante.

di Redazione Il Posticipo

Ho visto Maradona. Il coro che ha spopolato a Napoli, riecheggia anche in Argentina. E si trasforma in un rito collettivo in casa del Gimnasia. Le attese, però non sono state, finora, pari ai risultati. E forse anche per questo la società, al netto dei risultati in classifica, ha ideato un nuovo “gadget”. A metà fra la pubblicità e la scaramanzia. Una mascotte di Maradona. Piuttosto ingombrante.

SOMIGLIANZA – La somiglianza, in effetti, è fuori discussione: il pupazzo gigante che raffigura l’allenatore è piuttosto curata nei particolari. Dal cappellino con il numero dieci alla barba. E anche i lineamenti del viso, nonché gli altri accessori come abiti da allenamento, orecchini e anelli, richiamano indiscutibilmente la figura del tecnico. L’esordio è avvenuto in occasione della sfida con il Santa Fè e, come riporta il Sun, non ha portato benissimo, sebbene abbia riscosso enorme successo.

SCARAMANZIA – Al netto del discutibile “oversize” che comunque appartiene anche al “D10s” (e magari ci ha riso anche su) non sono mancate punte di scaramanzia. Secondo quanto riportato dal quotidiano inglese, infatti, sembra che dietro il lavoro degli ideatori ci siano anche delle indicazioni piuttosto certosine. In primis, eliminare il verde. Diego, infatti, è molto scaramantico e ritiene che quel colore non porti fortuna.

SACRALITÀ  –  Mescolato, infine,  il sacro con il profano. Insieme alla mascotte, infatti, sarebbe stato invitato sul campo di allenamento anche un prete. Occorreva, infatti, benedire il manto erboso per prevenire infortuni o cali di forma.  Dando una rapida occhiata allo score, (il Santa Fè ha violato il campo del Gimnasia vincendo 1-0)  non sembra che sia servito a molto anche se la dirigenza assicura che lo spirito di gruppo della squadra e l’atteggiamento in campo siano profondamente diversi, in meglio, rispetto alla passata gestione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy