Manè e quello scontro con “l’egoista” Salah: “A volte devi dire le cose in faccia”

Anche nelle migliori famiglie si litiga. Durante la gara contro il Burnley, Mane, furioso per un passaggio non ricevuto da Salah, non è riuscito a trattenere la rabbia, tanto da arrivare ad un faccia a faccia con il compagno di squadra.

di Redazione Il Posticipo

In ogni grande famiglia, litigare è normale. Succede a tutti, succede anche nei club, dove i calciatori, paradossalmente, passano più tempo tra di loro che con i reali familiari. Normale quando si hanno tante competizioni da giocare e decine di partite da affrontare. L’ultima vittima di nervosismo eccessivo, è Sadio Mane, apparso esageratamente furioso nei confronti di Salah durante la penultima giornata di campionato.

LITIGIO – L’inizio del campionato del Liverpool è quanto di più vicino alla perfezione. Cinque vittorie su cinque partite, con il City già lontano cinque punti. Gli uomini di Klopp, mai come quest’anno, hanno l’occasione di far tornare la Premier League ad Andield. In un’atmosfera così idilliaca, però, c’è una nuvola nera: Mane, nella gara vinta contro il Burnley per 3-0, ha reagito con rabbia ad un gesto ‘egoistico’ di Salah, reo di non aver passato il pallone al senegalese.

PACE – Inizialmente, si pensava che la furia di  Mane dipendesse dalla sostituzione di Klopp, con l’attaccante tanto nervoso da togliersi la maglietta e lanciarla per terra. Difficile, però, capirne il perché: all’uscita dal campo del senegalese, infatti, il Liverpool vinceva 3-0, ed il numero 10 aveva anche segnato il gol del vantaggio. Poi il chiarimento: l’egoismo di Salah non è stato accettato dal compagno di squadra, che per sua stessa ammissione, ha poi avuto un faccia a faccia con l’egiziano. Possono dormire sereni i tifosi dei Reds: l’intesa tra i due è salva, ed è pronta a regalare tante altre gioie: “Sono cose che nel calcio succedono”, spiega Mane riportato dal Sun: “A volte devi dire le cose in faccia. Può capitare che non mi venga passato il pallone”. Klopp, sicuramente, non dimenticherà la faccenda: la stagione è appena iniziata, eppure il nervosismo si fa già sentire: ad Anfield, c’è un campionato da vincere dopo trent’anni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy