Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mancini: “La Germania non meritava di uscire con l’Inghilterra. Grifo? Purtroppo dovevo scegliere”

LONDON, ENGLAND - JULY 11: Roberto Mancini, Head Coach of Italy celebrates with The Henri Delaunay Trophy following his team's victory in the UEFA Euro 2020 Championship Final between Italy and England at Wembley Stadium on July 11, 2021 in London, England. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Il commissario tecnico azzurro spiega cosa ci sia dietro il successo della nazionale a Euro 2020. E parla anche di temi "caldi" in Germania.

Redazione Il Posticipo

Mancini parla del successo europeo con i media tedeschi. E non risparmia una stoccatina all'Inghilterra. In una intervista concessa e riportata da sport1.de il commissario tecnico azzurro spiega cosa ci sia dietro il successo della nazionale a Euro 2020. E parla anche di temi "caldi" in Germania.

IMPRESA - Una vera impresa. "Abbiamo festeggiato, ma è successo tutto molto velocemente. Mi è passato davanti tutto come un film. Non avevamo preparato nulla.  È stato un momento straordinario che dura ancora. Sono rimasto calmo, non sono un festaiolo. Personalmente ho chiuso un cerchio. Ricordo ancora molto bene la finale giocata a Wembley in Champions. Non avremmo dovuta perderla. A fine partite ho pianto. Ero molto emozionato le lacrime sono scese quasi naturalmente, era la tensione che scivolava via. Sono contento anche perché questo trofeo appartiene in parte anche ai tifosi della Sampdoria. Questo titolo è un regalo per tutti gli italiani, anche per chi vive all'estero. Abbiamo vissuto un periodo terribile. Il Coronavirus è stato difficile da sopportare per tanti giovani costretti a casa. Non potevano andare a scuola o giocare a calcio con gli amici".

 FLORENCE, ITALY - NOVEMBER 11: Vincenzo Grifo of Italy runs off the ball during the international friendly match between Italy and Estonia at Stadio Artemio Franchi on November 11, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

GRIFO - Il focus si sposta su argomenti "vicini" al calcio tedesco. In primis, l'esclusione di Grifo. E poi l'eliminazione precoce della nazionale di Löw . "Purtroppo ho dovuto scegliere. Mi dispiace per lui e per tutti gli altri giocatori che ho dovuto lasciare a casa ma avevamo 35 giocatori e dieci dovevano restare a casa. Non è stata una bella decisione. Vincenzo è un bravo ragazzo e lo chiamerò di nuovo. E lui  verrà a giocare per il suo paese. Non ho alcun dubbio. Per quanto riguarda la Germania, penso che sia una ancora una grande nazionale. Hanno buone squadre e grandi giocatori. Ed anche gli allenatori tedeschi sono  eccellenti. Certo, Joachim e la sua squadra sono stati eliminati agli ottavi di finale contro l'Inghilterra, ma non hanno nemmeno avuto il girone più facile. Tuttavia se devo essere onesto, a mio avviso la Germania non meritava affatto l'eliminazione. Hanno giocato una grande partita contro l'Inghilterra".