Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Manchester City, Benjamin Mendy sospeso: tre ragazze lo accusano di violenza sessuale

MANCHESTER, ENGLAND - NOVEMBER 28: Benjamin Mendy of Manchester City scores their team's third goal past Bailey Peacock-Farrell of Burnley during the Premier League match between Manchester City and Burnley at Etihad Stadium on November 28, 2020 in Manchester, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

A squarciare la giornata del City è un comunicato, che annuncia una notizia abbastanza seria: Benjamin Mendy è stato sospeso dal club a causa di una investigazione. E i tabloid spiegano che il terzino è accusato di violenza sessuale

Redazione Il Posticipo

Caos in casa Manchester City. E, strano a dirsi, nè per il sorteggio di Champions League nè per la possibilità che Cristiano Ronaldo finisca a giocare all'Etihad agli ordini di Pep Guardiola. A squarciare la giornata del club inglese è un comunicato sul sito ufficiale dello stesso club, che annuncia una notizia abbastanza seria: "Benjamin Mendy è stato sospeso dal club a causa di una investigazione ed è stato messo in stato di accusa dalla polizia. Il caso è sottoposto a un processo legale e quindi il club non può fare ulteriori commenti finchè questo processo non sarà completato".

TRE RAGAZZE - Un vero e proprio fulmine a ciel sereno, che viene così spiegato dal Sun: il calciatore del City è stato accusato da tre ragazze, tutte e tre di età superiore ai 16 anni, di violenza sessuale. I fatti sarebbero accaduti tra l'ottobre 2020 e l'agosto 2021. Come hanno specificato dalle forze dell'ordine, il terzino, arrivato al Manchester City nel 2017 per 60 milioni di euro, è rimasto in custodia e dovrà comparire domani davanti alla polizia del Cheshire per contestare le accuse che gli sono state mosse.

PROCESSO - Il club, nel frattempo, lo ha ovviamente sospeso da ogni attività e le autorità chiedono una certa discrezione riguardo il caso. "La polizia del Cheshire e la giustizia della Corona vogliono ricordare a tutti che nei confronti di Mendy c'è in corso un procedimento penale e che ha il diritto a un processo equo. È quindi particolarmente importante che non ci siano fughe di notizie, commenti o condivisione di informazioni online che possano in qualche maniera pregiudicare questo processo". Difficile, quando si è in Inghilterra. Ma il caso è talmente spinoso, sia per il Manchester City che per l'intero calcio di Sua Maestà, che molto probabilmente ci si andrà davvero con i piedi di piombo.