Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Manaj: “Ho avuto offerte dalla Liga, ma ora penso solo allo Spezia. Potevo rimanere al Barça, ma…”

Manaj: “Ho avuto offerte dalla Liga, ma ora penso solo allo Spezia. Potevo rimanere al Barça, ma…” - immagine 1

Nello Spezia di Thiago Motta brilla la stella di Rey Manaj. E in Spagna lo hanno intervistato, parlando del suo presente in Liguria, ma anche del passato del possibile futuro al Barcellona, che detiene ancora il suo cartellino.

Redazione Il Posticipo

Nello Spezia di Thiago Motta brilla la stella di Rey Manaj. L'albanese, passato anche dall'Inter prima di trasferirsi in Spagna, finendo addirittura nella rosa del Barcellona, è uno dei calciatori più importanti del progetto del club ligure. Le sue buone prestazioni fanno rumore anche nella penisola iberica e quindi Mundo Deportivo ha deciso di intervistarlo, parlando del suo presente allo Spezia, ma anche del passato del possibile futuro al Barcellona, che detiene ancora il suo cartellino, anche con diritto di riscatto per i bianconeri.

LO SPEZIA - In Liguria, però, Manaj si trova benissimo. "Sono molto contento. La squadra sta facendo bene e anche io attraverso un momento molto positivo. Abbiamo vinto tre partite consecutive fuori casa nelle ultime quattro giornate, ma dobbiamo essere coscienti che un cattivo risultato può complicare tutto. Bisogna continuare con umiltà e non aver paura. Giocare nel Barcellona è diverso rispetto a quello che bisogna fare quando si lotta per non retrocedere. A Barcellona pensavo solamente alla finalizzazione, qui ho dovuto imparare un nuovo modo di giocare. In Spagna il calcio è più tecnico, qui in Italia sono più tattici, si preoccupano della difesa. Nella Liga si pensa ad attaccare di più, qui l'importante è che non ti segnino. Chi vince il campionato è chi prende meno gol degli altri. Bisognerà vedere se riusciremo a mantenere la categoria. Il nostro è un gruppo molto giovane. Di fronte a me ho un progetto molto buono, con un tecnico a cui piace giocare a calcio. Non avremo molta esperienza, ma siamo tutti uniti cercando di raggiungere l'obiettivo di continuare in Serie A. Thiago Motta è stato uno dei migliori centrocampisti del mondo, ma sta facendo bene anche come allenatore. Ci capiamo molto bene e lui crede nel progetto del club. Gli piace che la squadra tenga il pallone, ma anche che lavori parecchio fisicamente. L'importante è che la squadra giochi un calcio intenso".

OFFERTE - Dal punto di vista personale, l'attaccante è soddisfatto. "Non sto segnando tantissimo, ma come prestazioni sto facendo bene, sono a un buon livello di gioco. Mi manca quel piccolo passo avanti per arrivare a un buon numero di gol, ma al momento è più importante il risultato della squadra che le mie marcature". Manaj non nega di aver avuto la possibilità di tornare in Spagna…"Durante il mercato invernale ho avuto offerte da squadre della Liga per tornare, ma ora come ora penso solamente allo Spezia e a fare le cose per bene. In estate mi metterò seduto con i miei procuratori, studieremo le proposte che ci saranno e decideremo".

ILBARCA - E poi il Barcellona. A inizio stagione Manaj aveva addirittura un posto nella rosa della prima squadra, ma ha preferito andare a cercare fortuna altrove. "In rosa c'erano molti attaccanti, ma il club mi diceva che comunque non sarei dovuto partire per forza. Ho parlato con Koeman, mi ha detto che avevo trovato un posto in rosa, che si fidava di me, ma anche che avrei avuto parecchia competizione e che sicuramente non avrei giocato tantissimo. In quel periodo c'era ancora Griezmann e se se ne fosse andato avrebbero comunque preso qualcun altro. Per me era importante giocare, essere protagonista, per potermi guadagnare la maglia della nazionale albanese. Se fossi rimasto, forse avrei avuto l'opportunità di giocare, ma forse no. Ma è un qualcosa a cui non mi piace pensare, sono cose del passato. Adesso penso solo a segnare per lo Spezia". E Thiago Motta e i compagni...ringraziano.