Malcom, canta che ti passa: non convocato da Valverde…suona il tamburello per sua madre

Malcom, il giovane esterno destro arrivato in estate a Barcellona dopo burrascose vicende, è stato lasciato di nuovo fuori dalla lista dei convocati di Valverde. Lui la prende bene: canta e suona il tamburello con sua madre.

di Redazione Il Posticipo

Strano. Di solito se una società investe molti soldi per un giocatore poi cerca in tutti i modi di dargli un po’ di minutaggio. Certo, soprattutto strapotenze economiche come PSG, Manchester City, Barcellona e Real Madrid possono anche permettersi di fare spese folli per aggiudicarsi un giocatore senza poi farlo quasi mai giocare, ma l’utilità di questo tipo di manovre sfugge ai più. Alcuni sospettano che questi casi siano finalizzati a non permettere a delle concorrenti di rinforzarsi. Anche perché, nella fattispecie, Malcom è stato soffiato all’ultimo secondo alla Roma, rea di aver buttato fuori i blaugrana dalla Champions. È anche vero che il Barça non ha bisogno di certe tattiche subdole per competere ai massimi livelli. Ma allora perché Malcom non gioca? E soprattutto, come la prende il brasiliano? Apparentemente bene, visto che canta e suona.

IL VIDEO – La mamma dell’esterno brasiliano, Flavia de Oliveira, ha postato su Instagram un video di suo figlio che, probabilmente stanco di non giocare, si è dato alla musica. Il ventunenne ha un tamburello in mano, lo agita e lo percuote per abbozzare un ritmo di samba e poi comincia ad intonare una melodia esibendo anche una discreta estensione vocale. La donna, come didascalia del video, ha scritto: “chi canta, i mali spaventa”. Non poche persone hanno interpretato il commento come una frecciatina scoccata in direzione di Ernesto Valverde, colpevole di non dare all’ex Bordeaux il minutaggio che si presume che meriti. In ogni caso i procurati allarmi delle ultime ore sono rientrati dopo la smentita della richiesta di cessione a gennaio da parte del brasiliano.

3592EAE3-91A2-4EFC-8849-0CBC6F8A0E1B

PASSA – In ogni caso, la lista dei convocati di Valverde per la trasferta contro il Rayo Vallecano, continua a recitare tutti i nomi tranne quello di Malcom e, per così dire, il diretto interessato ha scelto di seguire la celebre filosofia di vita del “canta che ti passa”. E forse quando a passare sarà il tempo, l’allenatore dei catalani si renderà conto di avere in casa un giocatore di indubbia qualità al quale serve soltanto un po’ di minutaggio e di fiducia. Oppure sarà Malcom a stancarsi prima della situazione?

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy