Malagò, evitato il muro contro muro: proposto Miccichè

Un nome nuovo. Malagò propone Gaetano Miccichè come nuovo presidente della Lega Calcio. Una scelta per ripartire senza vincitori né vinti?

di Luigi Pellicone

Il muro contro muro potrebbe essere evitato: Malagò consegna alla Lega il suo nuovo possibile presidente. Il suo uomo è Gaetano Micciché. Il suo è un nome noto agli affari, oltre che allo sport. Miccichè, infatti, è il presidente di Banca Imi, del gruppo Intesa Sanpaolo.

Malagó evita un commissariamento…commissariato

Gaetano Miccichè è un dirigente palermitano. La sua candidatura è figlia di un’idea assolutamente personale del presidente del CONi che ha cercato così di calmierare le acque, piuttosto agitatesi, durante la sua assenza. La Lega ha subito cercato, e non trovato perché non è riuscita a trovare la maggioranza, di svincolarsi dal Commissario, indicendo un assemblea il 14 febbraio, quando Malagò, a PyeongChang, e di fatto impossibilitato a partecipare. Il colpo di mano fallisce ma è il chiaro sintomo di insofferenza. E a questo punto, appena tornato in Italia, Malagò ha immediatamente affrontato il problema. Prima presenziando all’assemblea, poi proponendo il “nome nuovo”.

Miccichè: un uomo di relazioni vicino a Cairo

Miccichè non è ancora a capo della Lega. È una proposta di Malagò, che, fra l’altro deve ancora parlarne con i media. Il capo di banca IMI e un grande appassionato di sport, ma più di ogni altra cosa è un dirigente che ha fra i suoi punti di forza la spiccata capacità di gestire transazioni importanti. Una su tutte, il sostegno all’offerta di Urbano Cairo fino alla conquista di RCS. Miccichè è apprezzato non solo per la sua capacità imprenditoriale, ottima nel gestire dossier particolarmente caldi (fra le sue “partite” anche Alitalia), ma anche per le spiccate capacità diplomatiche. Non a caso Malagò non ha alcuna intenzione di convocare ulteriori assemblee sino a quando non avrà la certezza di una soluzione per lo statuto e la governance. Per chiudere la questione senza vincitori né vinti. E in questo senso, Miccichè appare una scelta azzeccata.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy