Mai sfidare CR7: Robbie Keane ci ha provato ma…si è beccato le prese in giro!

Mai sfidare CR7: Robbie Keane ci ha provato ma…si è beccato le prese in giro!

Mai sfidare la sorte e men che meno un alieno. Robbie Keane sapeva benissimo che era solamente questione di tempo. Il suo record di 23 gol nelle qualificazioni europee era in pericolo. E quindi si è raccomandato a CR7 di non superarlo. Grosso errore…

di Redazione Il Posticipo

Mai sfidare la sorte e men che meno un alieno. Robbie Keane sapeva benissimo che era solamente questione di tempo. Il suo record di 23 gol nelle qualificazioni europee era in pericolo e la domanda non era tanto se Cristiano Ronaldo avrebbe battuto il primato dell’ex interista, ma piuttosto quando lo avrebbe fatto. La partita contro la Lituania sulla carta era una buona occasione, ma CR7 avrebbe dovuto segnare due gol per eguagliare l’irlandese. Detto, fatto, perchè lo juventino ne ha realizzati addirittura quattro. E dire che lo stesso Keane si era…raccomandato nei confronti del collega con una story su Instagram.

LASCIAMI QUESTO – Che però non ha decisamente sortito gli effetti sperati. Prima del match, Keane aveva infatti pubblicato una foto con le statistiche dei due prima di questa sosta, con lui stesso a 23 reti e CR7 ancora a venti (non contando il gol con la Serbia). La didascalia, in fondo, era un po’ una preghiera: “Cristiano, penso tu abbia già abbastanza record, lasciami questo”. Con tanto di tag del bianconero, che però non si è certo..fatto impietosire. Pronti, via, sette minuti ed è subito gol. Poi nella ripresa il portoghese si scatena, pareggiando il record di Keane al minuto 61 e diventando il miglior marcatore della storia delle qualificazione europee quando le lancette di minuti ne segnavano 65. Considerando che avrebbe avuto altre quattro partite per provarci, il lusitano…si è sbrigato.

NUOVA STORY – E non appena il record ha cambiato proprietario, su Instagram in molti sono andati a farlo notare al povero Robbie Keane sul suo ultimo post. “Mi dispiace amico, Ronaldo ti ha tolto il record”, chiosa qualcuno. E qualcuno si chiede “dov’è la story di prima?”. Cancellata o scaduta (visto che dopo 24 ore si smaterializzano), poco importa. E alla fine, Keane dimostra di averla presa abbastanza bene. Come? Postando una nuova story, quella sì ancora disponibile, con le statistiche aggiornate e un altro messaggio diretto a Cristiano: “Congratulazioni”. Dunque, anche Robbie Keane lo ha capito. Sfidare CR7 non è mai una buona idea…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy