Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Maguire si difende: “Mi criticano per fare i click, sono il capitano dello United, faccio notizia”

Maguire si difende: “Mi criticano per fare i click, sono il capitano dello United, faccio notizia” - immagine 1
Che si vinca o che si perda, che si parli di nazionale inglese o di Manchester United, Harry Maguire sarà sempre nel mirino degli opinionisti. Ma perché? Beh, il difensore una sua idea se l’è fatta…

Redazione Il Posticipo

Critiche, critiche e ancora critiche. Che si vinca o che si perda, che si parli di nazionale inglese o di Manchester United, Harry Maguire sarà sempre nel mirino degli opinionisti e mai per ricevere complimenti. Sarà quell’etichetta di difensore più pagato di tutti i tempi, ma se qualcosa va male la colpa è sempre la sua e se anche le cose vanno bene, un motivo per punzecchiarlo lo si trova sempre. E pazienza se colleghi anche di un certo spessore come Giorgio Chiellini si schierano dalla sua parte, i commenti nei confronti del capitano del Manchester United non sono mai teneri. Ma perché ce l’hanno tutti con lui? Il calciatore una sua idea se l’è fatta…

Maguire fa sempre notizia

Dipende tutto…dai click. Ovvero dalla capacità del Maguire e delle polemiche che lo riguardano di attrarre l’interesse di chi su internet legge le notizie. O almeno questo è quello che pensa il calciatore. E dalle sue dichiarazioni rilasciate a TalkSport dopo la sconfitta dell’Inghilterra contro l’Italia a San Siro, si deduce una certa amarezza al riguardo. “Non faccio molto caso a quello che dice la gente su di me. Penso sempre che se qualcuno riesce a creare una storia che mi riguarda, farà notizia perché sono il capitano del Manchester United”. E certamente il fatto di essere costato ai Red Devils quasi 90 milioni ma essere comunque finito in panchina dooo l’arrivo di Ten Hag contribuisce all’interesse generale…

Tutto per i click

Ma anche a chi parlava di un Maguire arrugginito delle poche partite giocate, il difensore ha qualcosa da dire. “Ecco perché lo fanno, per fare i click o roba del genere. Ma io sono andato agli Europei dopo un infortunio che mi ha tenuto fermo per otto settimane, non avevo giocato neanche una partita ma sono comunque entrato nella squadra dei migliori del torneo. Quindi se parliamo di essere arrugginito, sono abbastanza certo che sia una cosa che non mi succede facilmente”. Ma nonostante questo, le critiche continuano ad arrivare. E non è così complicato accettare la versione di Maguire. Ogni cosa che lo riguarda finisce in prima pagina. E i click…beh, sembrano essere davvero tanti!