calcio

Magic moment Hazard, come si fa a fermarlo? Klopp ha un piano: “Schiererò 13 giocatori…”

(Photo by TF-Images/Getty Images)

Il manager del Liverpool prepara la sfida contro il Chelsea di Maurizio Sarri ad Anfield... e mette nel mirino il fantasista belga! Nelle ultime settimane Hazard è sembrato imprendibile, ma secondo il tecnico tedesco un modo per fermarlo c'è...

Redazione Il Posticipo

Il Liverpool ci riprova... cinque anni dopo l'errore fatale di Steven Gerrard! Nella stagione 2013-14 la sconfitta contro il Chelsea di José Mourinho ad Anfield (2-0, gol di Demba Ba sull'errore di Gerrard e poi Willian) è costata il titolo ai Reds di Brendan Rodgers. Jürgen Klopp spera che il peso del quel precedente non si faccia sentire contro la squadra di Maurizio Sarri e che arrivino tre punti. Ma per riuscirci bisognerà fermare Eden Hazard... un'impresa complicata!

MAGIC MOMENT - Il belga sta vivendo un momento d'oro con la maglia del Chelsea e in questa Premier League ha numeri da capogiro: 16 gol e 12 assist. Brilla ancora la strepitosa serpentina con cui nell'ultima giornata ha aperto le marcature contro il West Ham, prima di chiudere i conti nel finale (2-0 per i Blues). Uno così può spaccare anche le grandi partite... ma stando a quanto riportato da Four Four Two il tecnico dei Reds ha un piano! "Schiereremo 13 calciatori e due di loro giocheranno solo contro Eden". Scherzi a parte, Klopp mette in guardia i suoi: "Quando ha il pallone tra i piedi è già troppo tardi... Nell'uno contro uno è dura, per fermarlo serve l'aiuto di più giocatori".

FATTORE ANFIELD - Non solo il Real Madrid? Alla fine anche Klopp sembra aver messo gli occhi su Hazard! "Mi piacciono i calciatori così. Può essere il migliore del mondo, ha avuto una carriera brillante e non è ancora finita. Apprezzo molte cose del suo gioco: la sua gioia, la sua faccia tosta, la sua forza, la sua velocità. Hazard è un buon giocatore... Ma come tutti i buoni giocatori, deve affrontarci e faremo di tutto per annullare almeno un paio delle sue qualità". A parole è facile, sul campo un po' di meno. Ma i Reds non possono permettersi un altro retropassaggio a vuoto come quello che ha propiziato il gol di Demba Ba cinque anni... e consegnato il titolo al Manchester City!