Machin su Coutinho: “Con che tempismo arriva il passaporto”

Vigilia di Supercoppa densa di polemiche. In conferenza stampa Machin ironizza sul tempismo con cui è arrivato il passaporto di Coutinho…

di Redazione Il Posticipo

Barcellona-Siviglia assegnerà il primo trofeo della stagione calcistica spagnola. Non mancano le polemiche, però. E al problema del campo neutro e alle vecchie ruggini in generale si aggiunge un altro elemento disturbante.

COUTINHO – Il “problema”? Come riporta “Mundo Deportivo” è  Coutinho. Il brasiliano ha ottenuto il passaporto comunitario il giorno prima della gara e un giornalista presente in sala stampa per la conferenza ha colto la palla al balzo e ha chiesto a Pablo Machin se avesse qualcosa da dire a riguardo. Il tecnico, senza scomporsi troppo ha risposto: “Tu stesso stai già dando la tua opinione con la domanda ed è un’opinione abbastanza generalizzata: è curioso che si verifichi un giorno prima della finale, pensiamo a giocare, mentre queste questioni vengono elaborate negli uffici”.

PASSAPORTO – Philippe Coutinho, reduce dallo sfortunato mondiale con la nazionale verdeoro, ha trovato il modo di acquisire il passaporto portoghese. Come? Grazie a sua moglie (doppio passaporto brasiliano-portoghese anche per lei): le leggi lusitane parlano chiaro, si può prendere la nazionalità del coniuge purché si sia sposati da almeno tre anni. Da questo punto di vista il suo matrimonio procede a gonfie vele dal 2012. Il fatto che Coutinho ora sia naturalizzato portoghese fa comodo e non poco al Barcellona: non solo il talento che ha scelto la nuova maglia numero 7 potrà disputare la finale di Supercoppa ma libererà una fondamentale pedina per extracomunitari visto che il posto lasciato libero da Mina si è riempito con gli arrivi di Arthur, Vidal e Malcom.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy