Ma quali Kroos e Sanè, il miglior giocatore tedesco all’estero…è Gosens!

Nonostante buona parte dell’ossatura della Mannschaft arrivi dalla Bundesliga, non mancano i teutonici che sono andati a cercare fortuna lontano da casa. Ecco perchè ogni anno viene eletto il miglior calciatore tedesco all’estero. E stavolta non vince una stella conclamata ma…una che sta nascendo!

di Redazione Il Posticipo

La nazionale tedesca, nonostante un mondiale 2018 da dimenticare, è pur sempre tra le più temibili del mondo. E nonostante buona parte dell’ossatura della Mannschaft arrivi dal Bayern Monaco e in parte da Borussia Dortmund e Lipsia, non mancano i teutonici che sono andati a cercare fortuna lontano dalla Bundesliga. Ecco perchè ogni anno viene eletto il miglior calciatore tedesco all’estero. I nomi celebri, del resto, non mancano. C’è Toni Kroos, ormai bandiera del Real Madrid. O Leroy Sanè, fermo per infortunio ma comunque tra le stelle del Manchester City. E poi c’è Robin Gosens. Che in nazionale non ci è ancora mai andato, ma si è tolto una grande soddisfazione.

TIFOSI – Già, perchè, come riporta Goal, è proprio il calciatore dell’Atalanta ad aver vinto il German Football Ambassador Audience Award 2020, votato dai tifosi tedeschi. Nella classifica finale l’esterno della Dea ha battuto colleghi decisamente più blasonati come appunto Kroos e Sanè, ma anche l’ex romanista Rüdiger. Per lui, purtroppo, non ci sarà la consegna del premio causa coronavirus, ma intanto la gioia è comprensibile… “Sono incredibilmente felice per questo premio e lo vedo come una ricompensa per la mia crescita, specialmente in questa stagione. Questo premio è molto speciale per me e mi rende molto orgoglioso perché è stato scelto solo dal pubblico”.

COLLEGHI – Un risultato straordinario, che premia anche la cavalcata dell’Atalanta in Champions League. E che permette a Gosens di sperare a breve in una convocazione, per fare compagnia ai connazionali che ha appena battuto. “Se poi prevali contro colleghi così famosi, può significare che alcune persone mi considerano importante e apprezzano il modo in cui mi presento come persona e ciò che ottengo sul campo. Ecco perché vedo il premio come motivazione per continuare sullo stesso percorso. Grazie mille a tutti quelli che hanno votato per me, significa tantissimo”. Una buona notizia in un periodo che per Bergamo e per l’Atalanta non è esattamente positivo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy