Ma quale under-23? Allo United Diallo è già pronto a entrare in prima squadra!

Diallo, appena arrivato dall’Atalanta, ha impressionato Solskjaer: niente under-23, verrà aggregato alla prima squadra.

di Redazione Il Posticipo

Nella vita bisogna essere pazienti. I risultati arrivano dopo il duro lavoro e c’è bisogno di un po’ di tempo. Anche nel calcio funziona così. Bisogna allenarsi tanto e ci vuole un po’ per farsi notare dall’allenatore. Specie se ci si è trasferiti da poco in una squadra, specie se si è molto giovani. Ecco, ora si può prendere tutto questo bel discorso e buttarlo via, perché si parla di Amad Diallo. Il classe 2002, appena arrivato dall’Atalanta per un affare che può far guadagnare alla Dea fino a 40 milioni di euro, ha già impressionato mister Ole Gunnar Solskjaer e sta bruciando decisamente le tappe. Per lui niente under-23: verrà aggregato alla prima squadra.

NON TROPPO LONTANO – Sul ragazzo il Manchester United ha investito molto e ha preso accordi affinché il ragazzo raggiungesse Manchester a gennaio. Il trasferimento effettivo si è compiuto, il ragazzo è in Inghilterra e si è già allenato con il gruppo ma, come riportano le cronache inglesi, le doti del ragazzo hanno stupito l’allenatore norvegese della prima squadra. Che non vuole sovraccaricarlo di pressione, ma che per lui ha piani che sembrano chiari. Come riporta Goal, Solskjaer ha detto: “Sa gestire la palla, si è goduto l’allenamento e ha fatto la differenza che è notevole per la sua età. Ci dovranno essere degli aggiustamenti da fare in questo trambusto fisico della Premier League ma non lo vedo troppo lontano dall’entrare in prima squadra“.

BRUCIARE LE TAPPE – Anche se Diallo non sarà da subito in prima squadra contro il Fulham, secondo la testata inglese, potrebbe arrivare tra i “grandi” nel giro di un mese. Anzi, è proprio Solskjaer a parlare di tempistiche: “Potrebbero volerci tra le quattro e le cinque settimane. Si è decisamente ambientato bene, i giocatori lo hanno accolto e è davvero un bel personaggio, molto gentile, sorridente che lavora davvero duro. Sta svolgendo le sue sessioni, si abitua a noi. È ovvio che è sempre necessario un periodo di adattamento ma si sta integrando bene”. Insomma, se non si fosse capito, quando si parla di bruciare le tappe… Amad Diallo è sempre in prima fila.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy