Ma quale Osvaldo, in campo è tornato…”Dani Stone”: l’ex azzurro porta il rock al Monumental e per poco non fa un golazo!

Ma quale Osvaldo, in campo è tornato…”Dani Stone”: l’ex azzurro porta il rock al Monumental e per poco non fa un golazo!

E alla fine, il calciatore rocker è tornato. Tre anni dopo aver dato l’addio al calcio, perchè in fondo lui ha sempre…preferito la musica, Pablo Daniel Osvaldo ha rimesso gli scarpini ed è sceso di nuovo in campo. Il suo secondo esordio, al Monumental con la maglia del Banfield, ha parecchie cose da raccontare…

di Redazione Il Posticipo

E alla fine, il calciatore rocker è tornato. Tre anni dopo aver dato l’addio al calcio, perchè in fondo lui ha sempre…preferito la musica, Pablo Daniel Osvaldo ha rimesso gli scarpini ed è sceso di nuovo in campo. A dargli la possibilità di riprovarci, di crearsi una seconda vita calcistica dopo aver abbandonato la prima, è stato il Banfield, nella sua Argentina. E l’ex centravanti di Bologna, Fiorentina, Roma, Juventus e Inter non se l’è fatto ripetere due volte. Per lui qualche settimana di preparazione fisica, perchè dopo un lungo stop non fa mai male, e poi, finalmente, il secondo debutto.

DANI STONE – Neanche a dirlo, in una…partita del cuore, per lui che da sempre è innamorato del Boca Juniors. Il tecnico Falcioni lo ha spedito in campo nella ripresa del match tra il Banfield e il River Plate, con la squadra di Gallardo che aveva bisogno di vincere per non perdere colpi nella corsa alla classifica finale della Superliga. E quindi, con i Millonarios in vantaggio, il Banfield sostituisce un’altra vecchia conoscenza nostrana come Datolo (un passato non certo indimenticabile con la maglia del Napoli) con Osvaldo. Anzi, per essere precisi…con “Dani Stone”. Questo, come riporta Clarin, è quello che l’ex attaccante della nazionale italiana ha scritto vicino al suo nuovo numero, il 12.

QUASI GOL – Stone come i Rolling Stones, la band che assieme ai Beatles ha rivoluzionato la musica negli anni Sessanta. Un marchio di fabbrica per Osvaldo, che “Dani Stone” si chiama anche sul suo profilo Instagram. L’ex romanista, comunque, ha portato immediatamente il rock and roll al Monumental, quando per poco non ha realizzato una rete clamorosa, cercando di superare il portiere del River Armani, che si era avventurato fuori dai pali, con un beffardo pallonetto. Il tentativo però è finito alto di poco e alla fine i padroni di casa hanno potuto festeggiare i tre punti. Male per Osvaldo, che sperava di fare un favore al Boca. E per Falcioni, che aveva previsto di fumarsi un sigaro con il suo attaccante in caso di risultato positivo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy