calcio

Ma che Gol…ovin! Torna dall’infortunio, subentra e segna subito

MONACO, MONACO - FEBRUARY 16: Aleksandr Golovin of Monaco and Joris Kayembe of Nantes compete for the ball during the Ligue 1 match between AS Monaco and FC Nantes at Stade Louis II on February 16, 2019 in Monaco, Monaco. (Photo by Alex Pantling/Getty Images)

Ci sono giocatori che rientrano in campo dopo molto tempo e... sembrano non essere mai mancati. Aleksandr Golovin rientra al 64' e segna... al 64'.

Redazione Il Posticipo

Ci sono dei giocatori parecchio sfortunati. Il talento c'è ma spesso viene ostacolato in diversi modi. L'impedimento più frequente si chiama infortunio. Durissimo rimanere lontano dal campo. E non è sempre facile ritornare, almeno in breve tempo. A volte, però, non è così. C'è chi rientra in campo dopo molto tempo e... sembra non essere mai mancati. Per informazioni, rivolgersi ad Aleksandr Golovin rientra al 64' e segna... al 64'.

RITORNO - Il t russo ha giocato per l'ultima volta 16 minuti contro il Metz, il 30 agosto 2020. Era la seconda di campionato e nella precedente aveva già fatto mettere a verbale il suo primo assist della stagione, specialità della casa. Il ventiquattrenne salterà diverse partite per un problema muscolare alla coscia: 15 per la precisione. Non è servito troppo tempo al campione ex CSKA per tornare in campo con tutti i crismi. Più che sufficienti pochi secondi. Alla sua prima convocazione dal 30 agosto, torna in campo al 64' contro il Lorient e raccoglie un fallo laterale di Sidibé, si accentra per pochi secondi e fa partire un tiro a giro che beffa il portiere e tutta la difesa avversaria. È 1-2.

 VERL, GERMANY - JULY 25: Antonio Barreca of Manaco runs with the ball during the Pre-Season Friendly match between VfL Bochum and AS Monaco at Sportclub Arena on July 25, 2018 in Verl, Germany. The match between Bochum and Monaco ended 2-2. (Photo by Christof Koepsel/Getty Images)

IL CLUB - Il video è disponibile su Twitter, pubblicato dall'account di B/R Football. Il russo, entra così a far parte di una sorta di club esclusivo dei giocatori che poco tempo dopo l'infortunio tornano ai suoi massimi splendori. Di questo club fa parte da pochi mesi Nicolò Zaniolo che a pochi giorni dal proprio rientro in campo regala alla Roma uno dei gol più belli degli ultimi anni: quello in slalom contro la Spal prima di pagare un nuovo conto alla malasorte. E tornando indietro nel tempo, in questo club ci sono anche nomi altisonanti come quello di Del Piero nel '99 (contro il Perugia) e Totti (contro l'Australia nel 2006). Il talento e la forza di volontà, spesso, sono più forti della sfortuna.