Luis Suarez e…un incubo di nome Bayern: “È il colmo, nelle ultime due partite ha un bilancio di 12-2 contro”

Nel match contro il Bayern Monaco, il Pistolero rimane a secco mentre i suoi incassano quattro reti. Ma non che l’ultima volta che Suarez ha segnato a Neuer…sia andata molto meglio, come fanno notare senza troppa diplomazia i giornali spagnoli…

di Redazione Il Posticipo

La prima partita in Champions League di Luis Suarez con la maglia dell’Atletico Madrid poteva andare decisamente meglio. I Colchoneros, dopo un buon inizio di match, sono stati letteralmente travolti dal Bayern Monaco campione d’Europa, che ha rispedito gli spagnoli a casa con sul groppone un bel 4-0. Per il Pistolero 75 minuti di lotta contro i centrali di Flick, prima di essere sostituito da Correa. E una costante: quando l’uruguaiano rimane a secco, l’Atletico non vince. Finora due pareggi (gli 0-0 con Huesca e Villarreal) e la sconfitta nel match contro i bavaresi. Ma non che l’ultima volta che Suarez ha segnato a Neuer…sia andata molto meglio.

2-8 – L’addio del centravanti al Barcellona, tra esami di italiano sospetti e tante polemiche con il club blaugrana, è stato infatti ancora più doloroso considerando che è avvenuto dopo una delle sconfitte più clamorose della storia dei blaugrana: il 2-8 subito proprio dal Bayern Monaco nei quarti di finale della scorsa Champions League. Quella sera il Pistolero ha lasciato il segno, realizzando la rete del momentaneo 2-4, ma non è servito a nulla. E il numero 9 non ha potuto fare altro che assistere impotente mentre i suoi compagni venivano letteralmente fatti a pezzi dalle avanzate di Müller e Gnabry e dagli inserimenti dei calciatori bavaresi. Insomma, il Bayern è un vero e proprio incubo per Suarez.

2-12 – Un qualcosa che i giornali spagnoli non possono che sottolineare dopo la pesante sconfitta subita dagli uomini di Simeone. “Il colmo per Luis Suarez”, titola AS, aggiungendo che “ha giocato le ultime due partite di Champions contro la stessa squadra, il Bayern Monaco, e il suo bilancio è un 12-2 contro”. Non che possa essere soltanto colpa del Pistolero, che pure ha provato a rendersi pericoloso senza però infastidire troppo Neuer. Di certo però il centravanti dell’Atletico Madrid non è abituato a subire sconfitte così pensanti. Anzi, la maggior parte delle goleade a cui ha preso parte erano a favore della sua squadra e con lui nel tabellino dalla parte giusta. Ma evidentemente non è il momento buon per essere Luis Suarez.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy