Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Luis Enrique: “Un solo giocatore del Real? Non mi interessa. Non devo accontentare nessuno…”

LISBON, PORTUGAL - OCTOBER 07:  Luis Enrique, manager of Spain holds the ball in the dugout during the international friendly match between Portugal and Spain at Estadio Jose Alvalade on October 07, 2020 in Lisbon, Portugal. (Photo by Octavio Passos/Getty Images)

Il tecnico spiega le sue scelte. E non lascia spazio a interpretazioni.

Redazione Il Posticipo

Luis Enrique ha diramato i convocati in vista delle sfide contro Grecia, Georgia, Kosovo. Scelte espresse in versione 2.0 con i codici QR ma non è l'unica novità sostanziale rispetto al passato. Appena un convocato del Real Madrid e solo tre del Barcellona. Quasi un inedito per la "Roja". Il tecnico spiega le sue scelte in conferenza stampa e le sue parole sono riprese da AS.

NON IMPORTA - Il commissario tecnico non lascia molto spazio alle interpretazioni: "Non so quanti siano i giocatori che tornano dopo la precedente chiamata. A dirla tutta, neanche mi interessa. Non faccio caso al club di provenienza dei convocati. Neanche ci faccio caso. Non devo accontentare né convincere nessuno. Non so neanche quale sia la squadra che fornisce più elementi alla nazionale. Le mie scelte sono frutto delle valutazioni legate alle prestazioni. Questo è l'unico parametro che mi porta a selezionare i nazionali. Non mi sembra nulla di nuovo. Continuiamo a lavorare su ciò che abbiamo fatto in passato".

CALCIO SPAGNOLO - Fa comunque specie vedere così pochi appartenenti alle big "In Spagna abbiamo un livello medio molto alto, ci sono giocatori che stanno crescendo e migliorando altri che invece si sono fermati. In alcune competizioni non arriveremo primi, ma non credo comunque che il calcio spagnolo stia facendo dei passi indietro. Il calcio spagnolo è a livello di quello inglese e credo che siano i campionati migliori".

RAMOS - Il giocatore del Real Madrid è Sergio Ramos. Il Qatar sarà con ogni probabilità l'ultimo. "Credo che la cosa migliore  sia concentrarsi sul presente. Deve giocare partite importanti con il suo club e poi le partite di qualificazione. Per me l'unico futuro che conta è quello che riguarda le prossime partite Credo sia bello assaporare il momento. Non so per quanto tempo allenerò la Spagna, magari lui sarà qui anche nel 2026. L'unica certezza è che chiunque può essere felice di avere un giocatore come Sergio Ramos. E per quanto riguarda il suo futuro al Real anche questo è un qualcosa che non mi riguarda".

Potresti esserti perso