Luis Enrique rimprovera Messi: “I club sono sempre più importanti di qualsiasi persona…”

Luis Enrique rimprovera Messi: “I club sono sempre più importanti di qualsiasi persona…”

Più di qualcuno, anche in Catalogna, non ha apprezzato tutto il caos che si è creato in questa strana estate attorno alla permanenza di Messi a Barcellona. E anche un suo ex tecnico, il CT della Spagna Luis Enrique, ha detto la sua.

di Redazione Il Posticipo

Messi e il Barcellona, nuova puntata. La telenovela dell’estate sembra aver raggiunto un finale, con la permanenza dell’argentino al Camp Nou nonostante i rapporti conflittuali con il presidente Bartomeu. Ma non è quello che sognavano i tifosi, che si aspettavano una dichiarazione d’amore da parte della Pulce che superasse anche le frizioni con la dirigenza. Ma non è andata così e più di qualcuno, anche in Catalogna, non ha apprezzato tutto il caos che si è creato in questa strana estate. E anche un suo ex tecnico, il CT della Spagna Luis Enrique, ha detto la sua.

CLUB – In conferenza stampa, prima della partita contro l’Ucraina, l’ex allenatore della Roma ha risposto a chi gli chiedeva cosa ne pensasse della questione Messi. “È un tema molto delicato. Un riflessione generale sarebbe che…non so se dirlo. Credo che i club debbano sempre essere più importanti di qualsiasi persona. Il Football Club Barcellona, fondato nel 1899, è uno dei migliori del mondo, che ha sempre vinto titoli. È evidente che c’è stata una relazione meravigliosa, Leo ha fatto il modo che il Barça crescesse in maniera esponenziale. Però avrei preferito che si fosse trovato un accordo”. Insomma, persino il sei volte Pallone d’Oro non può pensare di essere più grande del club in cui gioca.

PRIMA O POI – Anche perchè, come confermano le altre dichiarazioni riportate da Mundo Deportivo, è ovvio che arriverà un momento in cui le strade del club e del calciatore si separeranno. Dunque, meglio farlo di comune accordo piuttosto che con uno scontro frontale che ha incuriosito tutto il mondo del calcio (e non solo). “Prima o poi Messi smetterà di giocare nel Barça, questo è dato per scontato da entrambe le parti. E sarebbe stato meglio che la conclusione fosse stata più amichevole. Ma il club continuerà a vincere anche senza Messi, così come Messi continuerà a essere incredibile per ancora molti anni se deciderà di andarsene”. Insomma, Lucho cerca di tenersi neutrale. Ma da allenatore, non può che pensare prima alla squadra che al singolo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy