Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Luis Enrique: “Qualche errore, ma siamo primi nel girone. Giappone? Nessun calcolo, non speculiamo”

Luis Enrique: “Qualche errore, ma siamo primi nel girone. Giappone? Nessun calcolo, non speculiamo” - immagine 1
Analizzando il match, è mancato qualcosa dal punto di vista della concretezza, ma non l'atteggiamento che non cambierà neanche in vista della sfida con il Giappone.

Redazione Il Posticipo

La Spagna si tiene stretto il pareggio con la Germania nella sfida più attesa di questa prima fase dei Mondiali in Qatar. Pareggio più che ben accetto, sebbene gli iberici si fossero portati il vantaggio. L'1-1 ha permesso alla nazionale di Luis Enrique di avvicinarsi sensibilmente al primo posto anche se la "Roja" avrebbe potuto chiudere anticipatamente i conti. Intervenuto su TV1, ecco le sue dichiarazioni.

FIRMA

—  

Luis Enrique. al netto del risultato, è ugualmente soddisfatto. "Oggi è stata una partita molto complicata, quando si gioca con i tedeschi è sempre difficile perché pressano alto e sono sempre molto aggressivi e fisici. Abbiamo provato a tenere in mano il pallino del gioco e puntare la porta ma alla fine il pareggio è giusto perché la squadra ha commesso qualche errore. Siamo soddisfatti perché restiamo in vetta alla classifica e possiamo ancora giocarci la vittoria nel girone. Sono certo che quando vedrò la partita mi piacerà molto di più rispetto alla sensazione che ho adesso. E comunque se mi avessero detto che dopo le prime due giornate saremmo stati in vetta al gruppo e con la possibilità di vincerlo, avrei firmato".

Luis Enrique: “Qualche errore, ma siamo primi nel girone. Giappone? Nessun calcolo, non speculiamo”- immagine 2

PROSPETTIVE

—  

Analizzando il match, è mancato qualcosa dal punto di vista della concretezza, ma non l'atteggiamento che non cambierà neanche in vista della sfida con il Giappone. Alla Spagna è sufficiente un punto.  "Ho visto un primo tempo migliore del secondo, ma per tutta la partita ci è mancata quella fiducia necessaria per credere che avremmo potuto fare più male alla Germania, forse abbiamo perso qualche pallone di troppo, il gol è nato da un errore che di solito non commettiamo, ma l'atteggiamento mi è piaciuto moltissimo. La squadra ha avuto comunque l'ambizione di giocarsela a viso aperto. In questo senso abbiamo l'intenzione di andarci a giocare la partita con il Giappone senza speculare sul risultato. Il nostro obiettivo è arrivare primi nel girone senza fare troppo calcoli, perché c'è massima fiducia in quello che facciamo e come lo facciamo".