Luis Enrique boccia il modello tedesco: “Un qualcosa di triste. Come ballare con tua sorella”

Luis Enrique  boccia il modello tedesco. Il Ct della Spagna non ama le partite a porte chiuse, né le imposizioni legate all’esultanza.

di Redazione Il Posticipo

Luis Enrique  boccia il modello tedesco. Il Ct della Spagna non ama le partite a porte chiuse, né le imposizioni legate all’esultanza. L’ex allenatore di Roma e Barcellona ha partecipato alla trasmissione su YouTube Colgados de Aro e le sue parole sono riprese da Infobae.

RIPRESA- Il commissario tecnico disapprova, senza se e senza ma, quanto sta accadendo in Bundesliga. “Giocare a calcio senza spettatori è più triste che ballare con tua sorella. Ho visto la ripresa del calcio tedesco ed è qualcosa di assolutamente deplorevole, un vero peccato. Si ascoltano nitidamente gli insulti e si perde anche la sensazione di bellezza che c’era prima. Capisco, però, che intorno a questo movimento girano parecchi soldi e anche se siamo costretti ad assistere a qualcosa di assolutamente diverso a cui eravamo abituati, ricominciare può essere anche visto come un momento di svago da offrire a chi è costretto a rimanere a casa per via della pandemia, anche se si assiste ad uno spettacolo senza persone”. Anche la Spagna potrebbe ricominciare. “Se ci saranno le condizioni  affinché tutto sia fattibile per non generare contagi e garantire sicurezza, credo che anche i giocatori accetteranno di giocare. Del resto abbiamo fatto questo per tutta la vita”.

ESULTANZA – Il tecnico ritiene che tutto sommato anche l’esultanza vada sdoganata. I giocatori avrebbero diritto di sfogare la tensione. “Quando un calciatore fa gol deve per forza festeggiare. Non credo si generino situazioni di pericolo né di odio con quel gesto. Anzi, anche per chi scende in campo è una liberazione dello stress che hai dentro e che ti porti dentro la partita. Il gol è come una liberazione di ormoni. Come se uscisse qualcosa di dannoso. L’esultanza serve proprio ad espellere tutte le sensazioni negative generate dalla carica della partita.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy