Luis Enrique elogia Morata: “Da quando è tornato alla Juventus è diverso, è migliorato. Ha molta più fiducia nei suoi mezzi”

Alvaro Morata ha lasciato di nuovo la sua Madrid per tornare in un altro luogo conosciuto, Torino. La maglia bianconera però gli fa davvero bene, perchè il centravanti juventino ha ritrovato uno stato di forma straordinario, il gol e anche la maglia della nazionale. Con tanto di complimenti da parte di Luis Enrique…

di Redazione Il Posticipo

Se è vero che a volte l’aria di casa fa bene, in altri casi è meglio…allontanarsi per ritrovare se stessi. È il caso di Alvaro Morata, che ha lasciato di nuovo la sua Madrid per tornare in un altro luogo conosciuto, Torino. La maglia bianconera però gli fa davvero bene, perchè il centravanti juventino ha ritrovato uno stato di forma straordinario, il gol e anche la maglia della nazionale. Luis Enrique, dopo le ottime prestazioni, lo ha convocato per le partite contro Olanda (amichevole), Svizzera e Germania (Nations League). E come ha spiegato nella conferenza stampa, riportata da AS, ha visto un Morata diverso negli ultimi tempi.

MORATA – “Non ho preoccupazioni per il gol e spero di non averne. Ho convocato Morata perchè seguiamo le prestazioni di tutti i calciatori e da quando è tornato alla Juventus vediamo un calciatore diverso, che ha l’atteggiamento giusto sia in attacco che in difesa. Poi si vedrà se manterrà o no questo rendimento. Ma ritengo che Morata abbia più fiducia in se stesso e quindi rende meglio. È evidente che sia migliorato da quando è tornato in Italia, soprattutto per quel che riguarda la fiducia nei suoi mezzi”. La Juventus può confermare, considerando che il rendimento del centravanti è così buono da aver creato un bel grattacapo a Pirlo, praticamente costretto a tenere fuori Dybala.

IMPEGNI – A Luis Enrique viene anche chiesto un parere sulle dichiarazioni di Guardiola, molto critico sull’alto numero di impegni dei calciatori che vengono anche convocati in nazionale. “Quella che ha fatto Pep è una critica al calendario e credo che tutti quanti gli allenatori che abbiano giocato le competizioni europee possano capire quello che volesse dire. Ma come commissario tecnico non posso lamentarmi, il tempo che abbiamo a disposizione è quello che è”. E per quello che riguarda gli Europei, non è solo Morata a poter sognare. “La lista sarà aperta a chiunque raggiunga il livello necessario per essere convocato. Sicuramente la lista dei calciatori che porterò sarà diversa, perchè ci sono gli infortuni, le squalifiche, eccetera. Ma non guardo da dove vengono i calciatori, quando arrivano qui dico a tutti quanti che sono in una nuova squadra, quella formata dai migliori di Spagna”. Una squadra in cui questo Morata ci sta benissimo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy