Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Luis Enrique amaro: “Questo pareggio non mi piace per niente”

LISBON, PORTUGAL - OCTOBER 07:  Luis Enrique, manager of Spain holds the ball in the dugout during the international friendly match between Portugal and Spain at Estadio Jose Alvalade on October 07, 2020 in Lisbon, Portugal. (Photo by Octavio Passos/Getty Images)

La Spagna non va oltre il pari interno con la Grecia.

Redazione Il Posticipo

La Spagna non va oltre il pari interno con la Grecia e il cammino verso il Qatar inizia con un mezzo e pesante passo falso. Un 1-1 che costringe la Roja a rincorrere la Svezia che si libera della Georgia e guadagna due punti preziosissimi in classifica. Sfida condizionata dai soliti limiti di una squadra che domina il gioco e il possesso palla ma non riesce a concretizzare la mole di gioco prodotta. Luis Enrique ha analizzato la sfida. Le sue parole sono riprese da AS.

DELUSO - Il commissario tecnico non nasconde la propria amarezza. "Questo pareggio non mi piace per niente. La squadra non è stata particolarmente lucida in fase di finalizzazione nonostante abbia tenuto alto il ritmo. La Grecia è stata messa all'angolo ma non siamo mai riusciti a renderci realmente pericolosi, faticando a creare occasioni da gol. Non basta avvicinarsi all'area di rigore, ci occorre il colpo da Ko negli ultimi sedici metri. I nostri avversari si sono chiusi in difesa, ma ogni momento è buono per segnare un gol". Partita condizionata dal rigore. "Non voglio parlare dell'episodio sebbene sia controverso. La squadra dopo l'1-0 doveva continuare a giocare, e segnare prima il secondo e poi il terzo".

PROSPETTIVE - La Spagna ha il dovere di trovare soluzioni anche perché di fronte troverà sempre avversarie molto chiuse. Con ogni probabilità anche la Georgia alzerà le barricate. Luis Enrique ne è consapevole. "Ci aspetta una sfida molto simile. I nostri prossimi avversari giocheranno utilizzando le stesse armi messe in campo dalla Grecia. Ecco perché è necessario attaccare come abbiamo fatto sino alla rete del vantaggio. Il pareggio non cambia  di troppo le prospettive né influisce sulle prossime partite. Trovare la via della rete è la fase più complicata del calcio. E molto, se non tutto, dipende dalle situazioni di gioco che si riescono a generare. Sono comunque molto soddisfatto dei ragazzi che hanno esordito. Avranno sicuramente altre opportunità per vestire di nuovo la maglia della nazionale".

Potresti esserti perso