Luca Toni, il solito… Numero Uno: il Bayern esonera Kovac e lui si candida per la panchina!

Luca Toni, il solito… Numero Uno: il Bayern esonera Kovac e lui si candida per la panchina!

La lista dei possibili successori di Niko Kovac è abbastanza lunga e piena di nomi celebri. E ce n’è uno che fa sognare la tifoseria del Bayern. Quello di un grande ex, che nel momento del bisogno della sua squadra ha deciso di gettarsi nella mischia e di proporsi al club: Luca Toni… è pronto.

di Redazione Il Posticipo

Quando si libera una panchina importante comincia subito il totoallenatore. E nel caso del Bayern Monaco, la lista dei possibili successori di Niko Kovac è abbastanza lunga e piena di nomi celebri. Josè Mourinho, Max Allegri, Jupp Heynckes, questi i tecnici più gettonati per sostituire il croato, esonerato dopo il netto 5-1 subito dai bavaresi contro l’Eintracht Francoforte. Eppure c’è un altro nome che fa sognare la tifoseria dei campioni di Germania. Quello di un grande ex, che nel momento del bisogno della sua squadra ha deciso di gettarsi nella mischia e di proporsi al club, ricevendo applausi a scena aperta per la sua decisione: Luca Toni è pronto.

PRONTO – Proprio lui, l’attaccante azzurro campione del mondo, quello che a Monaco di Baviera è diventato celebre per i gol segnati e per quella canzone, Numero Uno, che era così orecchiabile che tutte le tifoserie del mondo la conoscono e la cantano all’ex centravanti. Sul profilo Instagram del Bayern, sotto il comunicato che annunciava l’esonero di Kovac, è infatti comparso un commento di Toni, che ha ringraziato il tecnico croato…e si è proposto, tra il serio e il faceto, per la panchina della sua ex squadra: “Luca Toni è pronto. Grazie di tutto Nico…”. Una vera e propria candidatura nei confronti di un club che gli è rimasto nel cuore.

REAZIONI – Una frase non ha mancato di suscitare ilarità ma anche tanta nostalgia tra i tifosi del Bayern, che si sono catapultati a commentare sotto l’intervento di Toni. E tra chi chiosa “Finalmente!” e chi si fa due sane risate, c’è anche qualcuno che la prende un po’ troppo seriamente e risponde “no, ti prego, non essere pronto!”. In realtà Toni il patentino ce l’ha, ma non ha ancora messo piede su una panchina. E l’idea di poter iniziare da un posto di lavoro così importante è decisamente fuori portata. Però chissà, prima o poi il bomber di Pavullo comincerà anche questa nuova esperienza di calcio. E magari sarà così bravo da conquistarsi il “suo” Bayern. Allora sì che sarà davvero…il Numero Uno!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy