Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Luca Percassi: “Gasperini rimane, non è una notizia ma la conferma di un progetto”

Luca Percassi: “Gasperini rimane, non è una notizia ma la conferma di un progetto” - immagine 1

Al netto dei cambiamenti, resta la continuità decisionale.

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta fuori dall'Europa. Difficile da digerire per come è maturato questo risultato, dopo una partita dominata contro l'Empoli. In generale si chiude comunque un ciclo, ma non è detto che se ne riapra un altro. Percassi, amministratore delegato dell'Atalanta, analizza stagione e scenari su sky sport fugando immediatamente i dubbi sulla permanenza di Gasperini.

CONTINUITÁ - Il Ceo chiarisce immediatamente la situazione. Al netto dei cambiamenti nella distribuzione delle quote societarie resta la continuità decisionale. E anche quella tecnica.  "In primis, Gasperini resterà sulla panchina dell'Atalanta. Per noi non è una notizia ma una semplice conferma di un progetto che va avanti da diversi anni. Nella realtà pratica non cambia assolutamente nulla. I riferimenti e gli accordi sono chiari. Sono sempre gli stessi elementi a portare avanti la società. I nostri partner si strafidano del progetto Atalanta. Non mi dà fastidio sentire parlare di ciclo finito, la nostra capacità è sempre stata quella di saper vivere i momenti. Ci siamo goduti appieno ogni esperienza, specialmente in Europa".

Luca Percassi: “Gasperini rimane, non è una notizia ma la conferma di un progetto”- immagine 2

REALTÁ - Si riparte dall'identità. "Non abbiamo mai perso la coscienza di noi stessi e la prova arriva dal ringraziamento dei tifosi. Ripartiamo da questo progetto. Sappiamo benissimo quale sia la nostra dimensione e cercheremo sempre di migliorarla. Se da parte dei nostri soci c'è silenzio significa che c'è fiducia in quel che si è fatto sinora. Ripartiremo dai nostri tifosi, dalla nostra gente. Siamo consapevoli di cosa sia l'Atalanta e ogni inizio d'anno fissiamo come obiettivo la salvezza.  Queste sono state annate straordinarie, lavoreremo per una squadra sempre più competitiva. In questa stagione, un po' particolare, abbiamo pagato una serie di circostanze che ci hanno impedito di raggiungere obiettivi che la squadra aveva nelle corde".