calcio

Lozano, la bambola assassina di…Raiola

Soprannominato Chucky per la somiglianza con il protagonista del celebre film, Lozano...uccide i sogni dell'Inter di rivivere una sfida in Champions League ad eliminazione diretta. Intanto si sfrega le mani Raiola, che osserva in silenzio gli...

Redazione Il Posticipo

L'Inter esce dalla Champions League. I nerazzurri pareggiano in casa contro il PSV, uguagliando il risultato del Tottenham a Barcellona. Una situazione difficile da digerire per i tifosi, che, nonostante il destino non dipendesse totalmente dalla propria squadra, sapevano bene di avere grosse possibilità di riuscita per qualificarsi agli ottavi di finale. Un incubo ad occhi aperti, con protagonista Lozano, soprannominato Chuky, che...uccide i sogni dell'Inter e la rilega in Europa League.

CHUCKY - Hirving Lozano, per gli appassionati Chucky, vista la somiglianza con la bambola assassina del celebre film. Difficile trovare un soprannome più adatto per l'ultima giornata dei gironi di Champions. Il messicano, con il gol dell'1-0 ed una grande prestazione, spegne la possibilità per l'Inter di tornare a giocarsi uno scontro diretto nell'Europa che conta. Il nome dell'attaccante nel taccuino dei marcatori non è certo una novità: la stella del Tricolor, quest'estate, aveva già affossato la Germania. In Olanda, poi, sta dimostrando partita dopo partita di essere pronto al grande calcio europeo: nessuna necessità di un periodo di ambientazione o discorsi simili per lui: appena arrivato, Lozano ha subito fatto la differenza con 19 gol e 11 assist.

RAIOLA - Se c'è un talento in giro per l'Europa (e in particolare in Olanda), difficilmente Raiola non ne è a conoscenza. L'agente si sfrega le mani, osservando gli esponenziali miglioramenti dell'attaccante. Classe 1995, solamente due stagioni fa Lozano giocava in Messico, nel Pachuca. Prelevato per 10 milioni di euro dal PSV, che lo rende il calciatore più pagato nella storia del campionato messicano, la scommessa giocata dal club olandese ha immediatamente dato i suoi frutti. Nonostante l'ultimo posto nel gruppo di Champions League, Chucky ha comunque sfruttato l'occasione per mettersi in mostra, segnando due gol. E ora il cartellino cresce di valore. Si parla di Manchester United, ma non solo. Del resto, uno con un...killer instinct del genere meglio non farselo scappare!