Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lovren vince la Premier e…dice addio al Liverpool, il croato passa allo Zenit: “Mi guadagnerò il rispetto con l’impegno”

Dejan Lovren non è più un calciatore del Liverpool. Lo annuncia sul suo sito ufficiale la nuova squadra del croato, lo Zenit San Pietroburgo, che per averlo sborserà ai neo-campioni d'Inghilterra 12 milioni di euro. La soluzione migliore per...

Redazione Il Posticipo

Giusto il tempo di vincere la Premier League e poi addio. Dejan Lovren non è più un calciatore del Liverpool. Lo annuncia sul suo sito ufficiale la nuova squadra del croato, lo Zenit San Pietroburgo, che per averlo sborserà ai neo-campioni d'Inghilterra 12 milioni di euro. La soluzione migliore per tutti, considerando che a fare la riserva il centrale non si era mai abituato. L'arrivo di Van Dijk, l'esplosione di Joe Gomez e di Joel Matip lo avevano relegato al ruolo di quarta scelta. E il vice-campione del mondo ha preferito andare a cercare fortuna altrove, in un campionato come quello russo in cui può certamente fare la differenza.

ZENIT - "Sono felice ed orgoglioso di arrivare allo Zenit e vorrei ringraziare Sergei Semak e Alexander Medvedev per avere resto possibile tutto questo", ha spiegato Lovren al sito ufficiale del club. "Non vedo l'ora che i tifosi possano tornare allo stadio. E tutti quanti, non solo il 10% o la metà. Abbiamo uno stadio così grande e così moderno che dovrebbe essere completamente pieno. Da parte mia, cercherà di guadagnarmi il rispetto dei tifosi grazie al mio modo di giocare all'impegno che metto sempre in ogni allenamento. So che non sarà semplice, ma ci metterò tutta la mia energia e la mia forza perchè accada".

LIVERPOOL - Parole che certamente suonano agrodolci per i tifosi del Liverpool. Che sì, ora hanno centrali forse più affidabili, ma non possono dimenticare che il croato è stato una bandiera dei Reds nei momenti peggiori, ovvero quelli in cui...non si vinceva. Impossibile non ripensare alla polemica a distanza con Sergio Ramos, reo di aver fatto male al suo grande amico Salah nella finale di Kiev. Un faccia a faccia (prima virtuale e poi fisico) che si è trascinato fino alla passata Nations League, con Lovren che negli spogliatoi in una diretta Instagram spiegava di aver dato una gomitata volontaria al Gran Capitan. Un addio, quello ad Anfield, che però era già scritto. Ma che almeno è avvenuto dopo qualche gioia parecchio meritata....