Lovren rivela il discorso di Klopp che ha ribaltato il match con il Tottenham: “Di solito non ve lo direi mai, ma…”

Lovren rivela il discorso di Klopp che ha ribaltato il match con il Tottenham: “Di solito non ve lo direi mai, ma…”

Un allenatore deve essere un fine conoscitore dei propri giocatori. Sapere come reagiranno agli eventi, come stimolarli, persino come provocarli. Di queste cose, Jurgen Klopp è davvero un maestro. E a dimostrarlo ci sono le rivelazioni di Lovren sul match con il Tottenham.

di Redazione Il Posticipo

La psicologia è importante anche nel calcio. Gli allenatori non devono limitarsi a provare schemi e a verificare che i calciatori siano al massimo della forma. Il tecnico deve sempre di più anche essere un fine conoscitore dei propri giocatori. Sapere come reagiranno agli eventi, come stimolarli, persino come provocarli. Di queste cose, Jurgen Klopp è davvero un maestro e non per nulla è…campione d’Europa. Il tedesco ha conquistato il Liverpool e i suoi tifosi anche con la sua capacità di orchestrare perfettamente la testa dei Reds, oltre che i piedi. E a dimostrarlo ci sono le rivelazioni di Lovren sul match con il Tottenham.

SODDISFAZIONE – Il difensore croato, sfortunato protagonista della deviazione che ha portato al gol di Kane, ha spiegato come ha fatto il tecnico a tenere alto il morale dei suoi dopo il primo tempo contro gli Spurs. Il Mirror riporta infatti le parole del centrale del Liverpool, che è stato abbastanza…stupito dall’approccio del suo allenatore. “Siamo arrivati nello spogliatoio a fine primo tempo e il mister ci ha detto: ‘Ok, di solito non ve lo direi mai, ma sono soddisfatto del vostro lavoro anche se siamo sotto 1-0. Ma dobbiamo continuare così e tenere i nervi saldi’”. Tanta carota e zero bastone, nonostante fosse a rischio l’imbattibilità stagionale in Premier, oltre alla possibilità di veder tornare sotto il City.

PSICOLOGO – Ma come spiega Lovren, l’incantesimo di Klopp ha funzionato alla grande. “Sapevamo che avremmo avuto le nostre possibilità e ce l’abbiamo fatta. È stata una vittoria importantissima”. Fine psicologia, dunque. Ma a Liverpool sono più che abituati. Il tecnico tedesco ha infatti spesso utilizzato questi “trucchetti” per lavorare sulla tenuta mentale della sua squadra. Come quando prima della finale di Kiev, per non far pesare troppo sui suoi la tensione di un match importantissimo, ha ben deciso di fare il discorso prepartita con addosso…le mutande di Cristiano Ronaldo. Quella volta non è bastato (anche perchè ci ha messo lo zampino Karius). Contro il Tottenham, invece, il dottor Klopp ha trovato la cura…e i tre punti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy