Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’orgoglio di CR7: “Ci ho creduto sino alla fine, voglio ancora brillare per i miei figli”

BUDAPEST, HUNGARY - JUNE 15: Cristiano Ronaldo of Portugal celebrates after scoring their side's third goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group F match between Hungary and Portugal at Puskas Arena on June 15, 2021 in Budapest, Hungary. (Photo by Alex Pantling/Getty Images)

Cristiano Ronaldo, una notte che non dimenticherà facilmente.

Redazione Il Posticipo

Cristiano Ronaldo, una notte che non dimenticherà facilmente. Doveva essere la serata dei record, ma si stava trasformando in una notte da incubo dopo il rigore sbagliato e il Portogallo sotto di un gol sino a pochi minuti dal termine nella sfida contro l'Irlanda. Poi, però, CR7 è tornato... tale e ha vinto la partita praticamente da solo. Le sue parole sono riprese da record.pt.

CREDERCI - Intervistato a caldo dopo il match, Ronaldo ha spiegato cosa lo abbia spinto a cercare la vittoria. Anche incitando a chiari gesti il pubblico. "La squadra ci ha creduto sino al termine. Io non ho mai perso la speranza sino alla fine. E proprio per questo ho chiesto, quando ancora mancavano dieci minuti, il sostegno del pubblico. A volte, quando la squadra attraversa un momento di difficoltà, la spinta che arriva dagli spalti può essere fondamentale. I tifosi ci hanno dato la forza per spingerci oltre i nostri limiti".

 BUDAPEST, HUNGARY - JUNE 15: Cristiano Ronaldo of Portugal celebrates after victory in the UEFA Euro 2020 Championship Group F match between Hungary and Portugal at Puskas Arena on June 15, 2021 in Budapest, Hungary. (Photo by Alex Pantling/Getty Images)

RECORD - Due gol che hanno scritto la storia. Finale epico. "Sono molto contento per i due gol che hanno regalato la vittoria e aver infranto il record. Voglio continuare a brillare. Mi alzo ogni giorno con la volontà di dare il massimo per me, i tifosi e la famiglia. Ho quattro figli, ormai Cristianino è grande, capisce tutto, soffre con me. E gli altri iniziano a crescere e a vedere il loro papà che continua a far gol e ancora gol e vincere titoli. Mi piace molto, mi dà un gusto enorme. Sono assolutamente soddisfatto. Questo record è tutto mio è unico, è un altro pezzo di storia da aggiungere al mio museo". Resta da capire se tornerà subito a Manchester, considerando che la rete gli è costata l'ammonizione e la conseguente squalifica. Le idee sembrano chiare. "Sono tornato in un club che ho sempre amato. Non vedo l'ora di giocare in Premier, il campionato più bello del mondo".