Lopetegui peggio di Benitez: due pesi e due misure?

Lopetegui peggio di Benitez: due pesi e due misure?

Dalla Spagna emergono numeri che “bocciano” la gestione Lopetegui, primo in classifica solo perchè in Spagna si viaggia a ritmi bassi in testa. Due pesi e due misure rispetto a Benitez? La situazione appare differente…

di Redazione Il Posticipo

Lopetegui, inizio complicato: il primato in classifica non basta, a quanto pare, a tenerlo a riparo dalle critiche. Il Real è in testa alla graduatoria complice un campionato lento come un treno merci? Beh, la situazione accomuna tutte le grandi di Spagna ma i giornali spagnoli, Mundo Deportivo in testa, iniziano a fare i conti in tasca ai blancos. E il primo paragone è con il Real di Benitez. Due pesi e due misure?

LOPETEGUI – L’ex commissario tecnico della Spagna ha l’alibi di dover gestire il post CR7 e la possibilità di ricostruire un ciclo. Anche per questo, probabilmente gli è stato perdonato parecchio: perso il derby che valeva la Supercoppa Europea, è uscito male dalla sfida con il Siviglia, collezionato 14 punti in sette partite, figli di quattro vittorie, due pareggi e una sconfitta. Un punto in meno di Benitez, che allo stesso punto del campionato 2015/2016 aveva anche subìto meno gol. Appena due contro i sei subiti in questa stagione. Un rendimento che lo incanala verso l’esonero? La strada, al netto delle similitudini dei risultati, per certi versi anche peggiori rispetto all’ex tecnico di Inter, Liverpool e Napoli non appare affatto simile. Lopetegui è ancora saldo.

BENITEZ – A differenza di Lopetegui, Benitez pagò un rapporto abbastanza complicato con lo spogliatoio, Ronaldo in testa. Il tecnico è stato messo in discussione sin dalle prime giornate di campionato. Una sorta di miracolo aver resistito sette mesi sulla panchina dei blancos: allontanato dopo un 1-1 al Mestalla con il Real Madrid al terzo posto a -4 dall’Atletico e una Champions tutta da giocarsi dopo aver superato bene il girone al primo posto. Una situazione tutto sommato gestibile, ma considerata insostenibile dalla dirigenza che lo ha sollevato dall’incarico scegliendo Zinedine Zidane. Due pesi e due misure? Forse, ma al Real evidentemente guardano oltre i numeri. E le scelte, da Benitez in poi, si sono rivelate particolarmente azzeccate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy