Lo United trema in vista dell’Europa League: rischio quarantena obbligatoria per i calciatori che tornano dalle vacanze all’estero

Lo United trema in vista dell’Europa League: rischio quarantena obbligatoria per i calciatori che tornano dalle vacanze all’estero

Se i campionati nazionali, bene o male, sono terminati senza troppi problemi, ora le coppe, in un momento in cui in tutta Europa il numero di infetti torna ad aumentare, presentano difficoltà forse inattese. Come quelle che potrebbero colpire il Manchester United a causa di alcune vacanze fatte al momento sbagliato.

di Redazione Il Posticipo

Focolai, nuove ondate, quarantene e chiusure. Che la questione Covid non sarebbe terminata facilmente era chiaro un po’ a tutti. Così come era ovvio che, andando avanti con il tempo e diminuendo sempre più le precauzioni, il mondo del calcio avrebbe contato nuovi contagi dopo quelli che hanno portato allo stop. E se i campionati nazionali, bene o male, sono terminati senza troppi problemi, ora le coppe, in un momento in cui in tutta Europa il numero di infetti torna ad aumentare, presentano difficoltà forse inattese. Come quelle che potrebbero colpire il Manchester United a causa di alcune vacanze fatte al momento sbagliato.

ISOLAMENTO – Come spiega il Daily Mail, alcuni dei calciatori dei Red Devils, una volta giocata l’ultima partita di Premier League, hanno deciso di farsi qualche giorno all’estero. Peccato che la lista dei paesi da cui il Regno Unito accetta passeggeri con obbligo di quarantena una volta arrivati aumenti di giorno in giorno. Il governo di Boris Johnson ha già regolamentato gli accessi dalla Spagna, con la necessità di passare 14 giorni in isolamento per chiunque provenga dal paese iberico. E il timore da parte dello United è che i calciatori che sono usciti dal Regno Unito, tra cui Matic, Victor e Ighalo, debbano subire una sorte simile.

EUROPA LEAGUE – I Red Devils dal canto loro segnalano che nessun calciatore è andato in vacanza in zone che fanno parte della lista nera di Downing Street, ma la situazione è talmente in divenire che in capo a qualche giorno anche nazioni che avevano ricevuto il via libera visti i pochi casi tornino ad essere off limits. E considerando che la partita di Europa League contro il LASK Linz si giocherà il 5 agosto, sarebbe un bel problema. Vero, lo United ha vinto 5-0 all’andata e quindi dovrebbe passare il turno anche schierando una squadra fortemente rimaneggiata, ma la questione permane. I quarti si giocheranno il 10 agosto e se qualcuno dovesse fare la quarantena obbligatoria al ritorno dalle vacanze, li salterebbe. Un bel rompicapo per Solskjaer e per la società…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy