Lo United permette di pagare il merchandising a rate e i tifosi scherzano: “Potevamo comprarci Sancho così”

I Red Devils hanno atteso per tutta l’estate che il club portasse a casa Jadon Sancho ma l’annuncio non è mai arrivato. Ora, i tifosi ironizzano sul nuovo sponsor e…suggeriscono metodologie di acquisto alla dirigenza.

di Redazione Il Posticipo

Il calciomercato non è semplice come a molti sembra. Nell’immaginario di molti tifosi, sembrerebbero esserci due parti in cui una chiarisce subito un prezzo minimo e l’altra accetta o meno. È un po’, anzi, parecchio più complicato di così. Solo che la gente non lo sa e, nel dubbio, continua a criticare dirigenze e DS. È quello che capita al Manchester United. I Red Devils hanno atteso per tutta l’estate che il club portasse a casa Jadon Sancho,ma l’annuncio non è mai arrivato. Ora, a tutti, Woodward sembra un incompetente. Anzi, i tifosi ironizzano sul nuovo sponsor…

PAGA DOPO – Il nuovo sponsor del Manchester United è Laybuy, un servizio che permette la dilazione dei pagamenti. nella fattispecie, riporta Sportbible, il club ha coinvolto il partner per permettere ai tifosi di acquistare il merchandising del club pagando in seguito. Insomma, un’idea anche interessante ma i tifosi, delusi dal mancato arrivo dell’ala, ormai criticano qualsiasi cosa. I pagamenti relativi a sciarpe, kit e altro, grazie a LayBuy, potranno essere spalmati su sei settimane in una sorta di “compri oggi, paghi tra un mese e mezzo”. Ora, però, sui social i tifosi si chiedono se non fosse il caso di utilizzare questo metodo di pagamento per accontentare il Borussia: “Potevamo comprare Sancho così”.

NECESSITÀ – Il club di Dortmund aveva fatto intendere un prezzo preciso per la stella cresciuta proprio a Manchester. La cifra ruota attorno ai 120 milioni di euro e lo United era arrivato a offrirne 108. Spingersi oltre non era possibile. Saltato l’esterno, quindi, il club ha chiuso le trattative per Van De Beek e Telles, le due più importanti rinforzando anche le seconde linee. La fan base, però, è compatta: con la formula “compra ora, paga in seguito” avrebbero dovuto prendere Sancho. Difficile trovare altri commenti sui social all’annuncio della nuova partnership. Il direttore delle partnership, Sean Jefferson ha spiegato: “Sapevamo che i tifosi cercavano una gamma di diverse modalità di pagamento che meglio si adattasse alle loro necessità“. E se la necessità fosse una sola?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy