Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lo strano record di Dionisi: sei punti a San Siro, nessuno all’Olimpico

FROSINONE, ITALY - AUGUST 14: US Sassuolo head coach Alessio Dionisi recats during the Pre-Season Friendly match between SS Lazio v US Sassuolo at Stadio Benito Stirpe on August 14, 2021 in Frosinone, Italy. (Photo by Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images)

La strana impresa di Dionisi. Per il Sassuolo e il suo allenatore, numeri alla mano, molto meglio giocare a San Siro che all'Olimpico.

Redazione Il Posticipo

La strana impresa di Dionisi. Per il Sassuolo e il suo allenatore, numeri alla mano, molto meglio giocare a San Siro che all'Olimpico. La scala del calcio non ha evidentemente emozionato più di tanto il tecnico esordiente che è riuscito a centrare sei punti su sei a Milano. La capitale invece non ha portato fortuna.

RECORD - L'Olimpico si conferma dunque stadio particolarmente complicato per il neo tecnico neroverde che ha esordito sulla panchina ospite nello stadio della Capitale affrontando e mettendo parecchio in difficoltà la Roma di Mourinho alla terza giornata di campionato. I giallorossi sbloccano la partita con Cristante ma si Djuricic su assist di Berardi mette a segno la rete del pareggio che regge sin quasi al fischio finale quando El Shaarawy, in pieno recupero, trova il tiro a giro decisivo per la vittoria giallorossa, la numero 1000 di Mourinho da professionista e la sfrenata corsa del tecnico portoghese, una delle istantanee degli inizi di stagione dello Special One.

MILANO - Molto, molto meglio invece il rendimento a San Siro dove il Sassuolo ha rotto le uova nel paniere sia all'Inter che al Milan incidendo trasversalmente nella corsa scudetto. La prima affermazione arriva alla quattordicesima giornata di campionato quando la squadra di Dionisi s conferma bestia... neroverde del Milan andando a vincere tre a uno con le reti di Scamacca e Berardi e giovandosi dell'autorete di Kjaer. Alla ventiseiesima invece Dionisi torna per giocarsela contro l'Inter di Inzaghi acuendo la crisi dei campioni d'Italia sconfitti abbastanza nettamente. Dopo 26' di gioco Scamacca e Raspadori piazzano l'uno - due decisivo che condanna Simone Inzaghi alla sconfitta.

PRECEDENTE - Dionisi tuttavia non è l'unico ad aver centrato una impresa del genere. C'era riuscito anche Giampaolo, alla guida della Sampdoria edizione 2016/2017. I blucerchiati, in quella stagione, furono capaci di imporsi  per due volte a Milano e mai all'Olimpico. La Sampdoria centrò il bersaglio grosso alla ventitreesima e trentesima giornata prima contro il Milan (1-0, gol di Muriel) e poi contro l'Inter (1-2 firmato Shick e Quagliarella). Roma invece non gli sorrise. Perse invece 2-3 all'Olimpico alla terza giornata di campionato con la Roma e addirittura 7-3  contro la Lazio alla trentacinquesima.