calcio

Lo stadio va a fuoco durante l’allenamento? Macché, sono solo…i tifosi del Galatasaray

La tifoseria del Galatasaray regala ai propri giocatori uno scenario straordinario: lo stadio è totalmente sopraffatto dal tifo, dai fumogeni e dagli striscioni.Sugli spalti sono in 42000. Ed è solo un allenamento.

Redazione Il Posticipo

Il calcio turco sta crescendo tantissimo. Sono molti gli allenatori, gli osservatori e i direttori sportivi che tengono sotto osservazione i giovani talenti turchi. Il campionato sta pian piano attirando anche molti giocatori e allenatori che si sono fatti tentare da alcune panchine in Superlig. Una cosa che però non è mai mancata da quelle parti è la passione dei tifosi che, anzi, sta addirittura crescendo. Nel corso degli ultimi anni si sono sentite tante storie curiose e rumorose sulle tifoserie delle squadre turche ma, stavolta, i sostenitori del Galatasaray hanno esagerato: allo stadio in 42000… per un allenamento.

IL PARADISO IN FIAMME - Sugli spalti la situazione è assurda, non c’è un seggiolino vuoto ma si riesce a vedere poco altro, visto che tutt’intorno al campo sembra esserci una parete di fuoco. Grazie al cielo è tutto sotto controllo, sono ‘solo’ i tifosi del Galatasaray che hanno acceso chissà quanti fumogeni. Il club sottolinea la scena su Twitter: “Lo chiamano inferno. Noi lo chiamiamo paradiso. Il paradiso del giallo e del rosso” . Ma come mai è stato indetto l’allenamento a porte aperte? Forse, per via della necessità di ricevere la carica per uno dei match più sentiti dell'anno. I tifosi non risparmiano il fiato per l’intera durata dell’allenamento e presumibilmente i giocatori in campo avranno recepito il messaggio: l’attesa per il derby contro il Besiktas è spasmodica.

STEMMA E COLORI - Certo, considerando che tutto questo si è verificato ‘solo’ per un allenamento, figuriamoci cosa potrà accadere alla Vodafone Arena, casa dei cugini del Besiktas. Il tifo dei giallorossi turchi, però, non si limita al solo sostegno della prima squadra. Secondo quanto riporta SportBible, recentemente si è assistito a una scena di tifo ancora più surreale, soprattutto considerando le proporzioni. Uno scenario simile si è verificato durante la partita dell’under-19 del Galatasaray contro quella del Trabzonspor. Vedere una scena del genere è già spettacolare, ma contestualizzarla in una partita di calcio giovanile rende benissimo l’idea di quanto i tifosi del Gala non facciano distinzione di età o livelli professionali: loro sostengono lo stemma e i colori, a prescindere di chi li vesta.