Lo Sporting Lisbona si rivolge alla FIFA: vuole 200 milioni per i tre “fuggitivi”

I Leoni non si rassegnano. Il club portoghese si è rivolto alla FIFA affinchè vengano versate compensazioni per gli addii di Rui Patricio, Gelson Martins e Daniel Podence, che hanno rescisso il loro contratto dopo l’aggressione dello scorso maggio e si sono accasati in altri club.

di Redazione Il Posticipo

Lo Sporting Lisbona non si rassegna. E c’è da capire la società portoghese, che dal momento dell’ormai tristemente celebre aggressione ai calciatori alla fine della scorsa stagione ha assistito a un esodo che ha fatto perdere calciatori importantissimi al club. E, volendo essere venali, anche parecchi soldi. Nonostante qualcuno degli addii si sia poi trasformato in un ritorno, come nel caso di Bruno Fernandes e di Dost, che dopo la rescissione unilaterale hanno firmato nuovi contratti con i biancoverdi, ci sono alcuni giocatori che se ne sono andati e hanno firmato per altri club. E da queste squadre, ora lo Sporting vuole circa 200 milioni di euro.

200 MILIONI – Per ottenerli, il club portoghese si è rivolto alla FIFA, come riporta la BBC, affinchè vengano versate compensazioni per gli addii di Rui Patricio, Gelson Martins e Daniel Podence, che si sono accasati rispettivamente al Wolverhampton, all’Atletico Madrid e all’Olympiakos. Lo Sporting ha reso noto di aver posto il caso alla federazione internazionale e che toccherà al TAS decidere degli indennizzi. Le richieste economiche corrispondono esattamente alle clausole rescissorie dei calciatori in questione per quanto riguarda Rui Patricio (57 milioni di euro) e Gelson Martins (100 milioni), mentre quella per Podence dovrebbe variare tra i 30 e i 40 milioni di euro.

CASO CARVALHO – Non esattamente cifre che il club può permettersi di perdere senza lottare e che quindi verranno richieste ai club che hanno approfittato del caos societario seguito all’aggressione. Dalla sua, lo Sporting può portare come esempio il comportamento del Betis Siviglia, che ha messo sotto contratto un altro dei fuggitivi, William Carvalho, versando però 20 milioni nelle casse della società portoghese. Nulla però che si avvicini, ad esempio, ai 100 milioni di clausola che l’Atletico Madrid ha…evitato di versare per Gelson Martins. Nel frattempo, i tre calciatori restano a disposizione dei nuovi club, ma potrebbe trattarsi di un’arma a doppio taglio. Se dovessero scendere in campo e la FIFA decidere per la compensazione, sarebbe impossibile non versare allo Sporting le cifre richieste. E a quel punto quelli che sembravano tre affari, diventerebbero…dei bei salassi!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy