Lo scopritore di Griezmann attacca il Barça: “Gli hanno venduto un progetto che non sta andando come previsto…”

Lo scopritore di Griezmann attacca il Barça: “Gli hanno venduto un progetto che non sta andando come previsto…”

Tra Griezmann e il Barcellona le cose non stanno andando esattamente come le parti in causa si aspettavano. E secondo Eric Olhats, l’uomo che ha scoperto il francese, il Piccolo Diavolo è stato vittima di qualche promessa non mantenuta…

di Redazione Il Posticipo

L’arrivo di Antoine Griezmann a Barcellona, dopo una saga durata mesi (se non anni), sembrava destinato a cambiare in meglio sia la carriera del Piccolo Diavolo che la squadra catalana. Il problema è che le cose non stanno andando esattamente come le parti in causa si aspettavano. Problemi di posizione in campo, con il francese costretto a giocare sull’esterno, quando ha fatto le fortuna dell’Atletico in una zona di campo più centrale. Ma del resto, con lì davanti Messi, era quasi prevedibile che finisse così. O forse no? Secondo Eric Olhats, l’uomo che ha scoperto Griezmann, il Piccolo Diavolo è stato vittima di qualche promessa non mantenuta…

POSIZIONE – Il talent scout ed ex procuratore del francese ha parlato a RMC Sport e ha spiegato che se fosse stato lui a negoziare con il Barça, forse le cose sarebbero andate diversamente… “Non credo che sarei stato pazzo di questa idea di andare al Barcellona. Nonostante tutto quello che si è sempre detto, che era era una cosa che aveva senso… Sì, a patto di giocare nella posizione in cui si rende di più. Ed è un qualcosa di cui io l’ho avvisato”. Dunque, Griezou doveva chiedere rassicurazioni riguardo il suo utilizzo. “Non sono Valverde e non so cosa si siano detti, se avevano stabilito qualcosa al riguardo”. Ciò che è certo è che il francese non sta rendendo come potrebbe.

PROGETTO – E che qualcosa non ha funzionato. “Quello che so è che Antoine voleva andare a Barcellona e sono triste per questa situazione, perchè sapevo che avrebbe avuto difficoltà. Credo che gli abbiano venduto un progetto in cui avrebbe occupato un ruolo adatto alle sue qualità, anche rispetto a Messi, e che le cose stanno andando diversamente da quanto previsto”. E la Pulce? Non c’entra niente per Olhats, così come non ha senso parlare di rapporti tesi tra i due: “Conoscendo Antoine, non è il suo modo di essere. La relazione con Messi non mi preoccupa, perchè è un bravo ragazzo. Certo, se non gioca però qualcosa sotto c’è. E se non gioca, non può sbocciare…”. E il caso…è servito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy