Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lo “sciagurato” Sirigu: un altro 0-7 come nove anni fa. Qualcun altro invece si è riscattato…

La durissima sconfitta subita dal Torino in casa contro l'Atalanta ha fatto tornare in mente quella incassata dal Palermo contro l'Udinese nella stagione 2010-11: per il portiere Salvatore Sirigu la musica non è cambiata, per qualcun altro invece...

Redazione Il Posticipo

Zero a sette: quando una partita finisce così riprendersi è davvero dura. Il Torino di Walter Mazzarri si lecca le ferite dopo una serata entrata tristemente nella storia granata, in cui l'Atalanta di Gian Piero Gasperini si è rilanciata in classifica agganciando al quarto posto la Roma (38 punti), che però ha una partita in meno. Il Torino resta inchiodato al decimo posto e vede la sua stagione a un bivio. L'esperto Salvatore Sirigu indicherà la strada da seguire?

UN'ALTRA VOLTA - Altri sette palloni da raccogliere in fondo al proprio sacco: Sirigu ha rivissuto a Torino una situazione tristemente già provata con la maglia del Palermo nove anni fa, quando i rosanero allenati all'epoca da Delio Rossi sono stati battuti 0-7 al Renzo Barbera dall'Udinese di Francesco Guidolin che allora giocava bene e si giocava l'Europa come l'Atalanta di oggi. Dopo quella sconfitta il Palermo ha perso altre due partite in campionato (2-0 con la Lazio e 1-0 col Genoa) e si è rialzato solamente una ventina di giorni vincendo in casa (1-0 al Milan). Il Torino spera di rialzarsi prima del Palermo dopo essere stato steso da Josip Ilicic, l'uomo che invece si è riscattato.

RIVINCITA - Curiosamente quel pomeriggio di nove anni fa al Barbera c'era in campo anche Ilicic, che è stato il protagonista indiscusso della seratona vissuta dall'Atalanta allo Stadio Olimpico Grande Torino in cui lo sloveno si è consacrato nuovo fenomeno del campionato italiano in virtù delle sue medie "alla Haaland". Per la serie: la vita offre spesso una seconda possibilità per riscattarsi dopo una caduta fragorosa. Chi è certo di aver già dato invece è lo "sciagurato" Sirigu alle prese con un altro 0-7 e tutte le sue conseguenze da affrontare nelle prossime settimane.