Lo scherzo di Defoe e Rooney a Carlton Cole: una…pasticca di Viagra prima dell’allenamento con la nazionale

La carriera di Carlton Cole non è esattamente stata quella che si prevedeva per lui. Per lui nella nazionale inglese solo 7 apparizioni senza reti, ma di certo una delle convocazioni, ai tempi di Fabio Capello, è rimasta indelebile nella sua memoria. Colpa…del Viagra.

di Redazione Il Posticipo

La carriera di Carlton Cole non è esattamente stata quella che si prevedeva per lui. L’attaccante, un prodotto del vivaio del Chelsea, è attualmente svincolato dopo una vita passata al West Ham e pochi gol rispetto alla mole di partite disputate. E dire che nell’Under-21 di Sua Maestà ha saputo dire la sua, andando a segno 6 volte in 19 presenze. Una decina di anni fa, Cole è anche riuscito a guadagnarsi la maglia dei Tre Leoni, quando il CT era Fabio Capello. Per lui solo 7 apparizioni senza reti, ma di certo una delle convocazioni è rimasta indelebile nella sua memoria. Colpa…del Viagra.

SCHERZO – Lo ha raccontato lo stesso Cole al suo podcast, Footballers Guide to Football. Avendo ospitato l’ex compagno di nazionale Defoe, l’attaccante ha ricordato uno dei momenti più assurdi della sua carriera. Quello in cui Defoe, Rooney e Wright-Philips lo hanno convinto con l’inganno ad assumere una pastiglia di Viagra prima dell’allenamento, con effetti…perlomeno particolari. Defoe ha spiegato i motivi della scelta della vittima della bravata: “Carlton era sempre contento e sorridente, quindi abbiamo pensato che se dovevamo fare uno scherzo a qualcuno, sarebbe stato perfetto farlo a lui. E ha preso la pasticca perchè pensava ‘oh, grande, vitamine, mi fanno bene'”.

EFFETTI COLLATERALI – Non proprio, come ha potuto constatare lo stesso calciatore. “Io stavo morendo dalle risate, era divertentissimo. E quando lo abbiamo detto a Carlton non potete immaginare che faccia ha fatto. Anche perchè non poteva proprio farci nulla, io gliel’ho detto: ‘dovrai conviverci per qualche ora, amico mio'”. Cole, dal canto suo, non ha potuto fare altro che arrivare al campo di allenamento…con un’erezione e sperare che nel frattempo Capello non se ne accorgesse. Alla fine, così è andata. E visto che c’era, l’attaccante ha anche scoperto un effetto collaterale del Viagra: “Andavo in giro con un bozzo nei pantaloni, ma ero il più veloce di tutti i calciatori in campo”. Non per niente, tra i metodi di doping casalingo, la celebre pastiglia blu è ai primi posti…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy