Lo Schalke 04 ritrova i tifosi e regala biglietti agli operatori sanitari: “Un modo per ringraziarli del loro importantissimo lavoro”

Lo Schalke 04 ritrova i tifosi e regala biglietti agli operatori sanitari: “Un modo per ringraziarli del loro importantissimo lavoro”

La Bundesliga sta per ricominciare e lo farà con i tifosi sugli spalti, visto che alcuni club hanno ottenuto il permesso da parte delle autorità sanitarie di accogliere una minima parte dei tifosi possibili. Lo Schalke, per esempio, potrà ospitare 300 spettatori per le prime due partite. Ma alcuni biglietti sono riservati.

di Redazione Il Posticipo

La Bundesliga, il primo grande campionato a ripartire dopo il lockdown, sta per ricominciare dopo aver portato a casa anche la Champions League grazie allo schiacciasassi Bayern. E lo farà con i tifosi sugli spalti, considerando che alcuni club hanno ottenuto il permesso da parte delle autorità sanitarie di accogliere una minima parte dei tifosi possibili, andando a riempire parte dei seggiolini dopo un vuoto durato mesi. Il Lipsia è stata la prima società ad avere la luce verde e potrà far entrare alla Red Bull Arena oltre 8000 spettatori. A Gelsenkirchen i posti disponibili saranno molti di meno ma lo Schalke 04, come spesso accade, riesce comunque a distinguersi.

OPERATORI SANITARI – Come spiega Mundo Deportivo, sarà possibile ospitare 300 spettatori per le prime due partite dei “Minatori”, quella di coppa di Germania contro lo Schweinfurt e quella di Bundesliga contro il Werder Brema, prevista il 26 settembre. Parte dei tagliandi sarà però riservata. Lo Schalke, e lo conferma lo stesso club in un comunicato, ha deciso di donare alcuni biglietti a medici, infermieri e professionisti sanitari. Insomma, tutti quelli che in questi mesi hanno lottato e continuano a lottare contro la pandemia che ha messo in ginocchio in mondo e che ha reso impossibile andare tutti quanti allo stadio come si faceva fino a pochi mesi fa.

RINGRAZIAMENTO – Un gesto, quello dello Schalke, che ha avuto parecchia risonanza a livello mondiale. “In questo modo, il club vuole ringraziare i professionisti sanitari per il loro lavoro importantissimo e senza prezzo, specialmente nelle condizioni complicate che ha creato la pandemia ancora in corso”. Insomma, qualcuno degli angeli di Gelsenkirchen, città storicamente a vocazione mineraria e industriale, potrà godersi qualche ora di meritato riposo ammirando la squadra guidata da David Wagner. Certo, vista la situazione societaria complicata e i risultati dello scorso anno, potrebbe non essere un bel vedere. Ma almeno sarà un pizzico di normalità in un mondo che al momento di normale non ha davvero nulla.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy