Lo scambio Sanchez-Mkhitaryan, il flop di mercato del decennio…che è convenuto a Inter e Roma!

Quando Red Devils e Gunners decidono di scambiarsi i due calciatori, sembra un qualcosa che conviene a tutti. Eppure, in capo a un anno e mezzo, sia Sanchez che Mkhitaryan vengono scaricati mentre la stampa inglese definisce l’operazione come il flop del decennio. Non per Inter e Roma, che adesso…ce li hanno gratis!

di Redazione Il Posticipo

Nella storia del mercato gli scambi, solitamente, sono abbastanza a senso unico. Quando due club decidono di spedirsi l’un l’altro dei calciatori, è complicato che entrambi facciano altrettanto bene. Ma c’è anche qualche scambio in cui…tutti e due i calciatori in questione falliscono. E quello tra Sanchez e Mkhitaryan del gennaio 2018, con valutazione di 31,5 milioni sia per il cileno che per l’armeno, è un affare che forse entrambi i club vorrebbero dimenticare. E che, a ben vedere, ha addirittura altre due società pronte a ringraziare le due big della Premier League per un accordo che, alla luce dei risultati, è stato decisamente poco saggio.

FLOP – Quando Red Devils e Gunners decidono di scambiarsi i calciatori, sembra un qualcosa che conviene a tutti. Sanchez è quasi in scadenza con l’Arsenal, di cui è la stella assoluta, ma non vuole rinnovare. E lo United è alla ricerca di qualcuno che possa far tornare la maglia numero 7 ai suoi antichi fasti. Quindi via al trasferimento alla pari. Eppure, in capo a un anno e mezzo, sia Sanchez che Mkhitaryan vengono scaricati mentre la stampa inglese definisce l’operazione come il flop del decennio. E, curiosamente, i due finiscono nello stesso campionato: la Serie A. L’ex Udinese viene scelto dall’Inter per ritrovarsi sotto la guida di Conte, l’armeno invece viene a imparare…l’ennesima lingua della sua collezione nella Roma giallorossa.

GRATIS – Ora, dopo una stagione certamente lunga e complicata, entrambi si sono guadagnati la conferma nelle rispettive squadre. E per giunta con modalità assurdamente simili. Sia lo United che l’Arsenal hanno deciso di mettere una pietra sopra uno scambio che sembrava pazzesco e lo è stato, ma in negativo, optando per liberare entrambi i calciatori senza che Inter e Roma dovessero sborsare un centesimo. L’importante per i club era togliersi di torno i pesanti ingaggi di due pedine che non rientravano nei piani di Solskjaer e di Arteta. Per la gioia di Conte e Fonseca, che ai loro giocatori non avrebbero voluto rinunciare facilmente. Per il primo caso in cui uno scambio conviene…a due squadre che non c’entrano nulla!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy