Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Llorente racconta…la locura di Bielsa: “All’inizio è uno shock, perchè i suoi metodi sono particolari. Poi però capisci che…”

(Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

La Premier League continua a godersi Marcelo Bielsa e i suoi giocatori lo amano alla follia, nonostante metodi che al primo approccio possono sembrare strani o direttamente...assurdi. Diego Llorente spiega che all'inizio il tecnico argentino...

Redazione Il Posticipo

La Premier League continua a godersi Marcelo Bielsa: più che un tecnico, un'opera letteraria legata al calcio. Un Elogio alla Follia. Non quella incosciente, che porta all'errore. Piuttosto quella lucida, che appartiene ai geni. A volte incompreso, spesso apprezzato, come a Leeds. dove ha riportato lo United in Premier. Destinato comunque a stupire. "El Loco" in carriera ha sempre regalato momenti che hanno cementato il suo mito di tecnico sui generis. L'ultima del Loco? Difficile trovarne una, perchè il tecnico argentino riesce sempre a inventarsi qualcosa di nuovo. Ma i suoi giocatori lo amano alla follia, nonostante metodi che al primo approccio possono sembrare strani o direttamente...assurdi.

SHOCK - A spiegarlo è Diego Llorente, uno dei primi acquisti del Leeds quando il club si è assicurato il ritorno in Premier League. Lo spagnolo racconta al Guardian che quando è arrivato dalla Real Sociedad...era un po' spaesato e che il tecnico argentino sembra quasi più Loco...di quanto gli avessero raccontato! "A essere onesti, tanta gente mi ha parlato di Bielsa, ma finché non giochi davvero per lui non ti rendi conto di quanto sia tutto quanto diverso e di quanto i suoi allenamenti siano sfaccettati. All'inizio è un po' uno shock, perché i suoi metodi sono assolutamente particolari. Ci sono alcuni esercizi che sono molto analitici, che descrivono specifici momenti di una partita che, a causa del nostro stile di calcio, si ripetono spesso. Movimenti da fare senza palla, il modo in cui devi supportare il compagno libero, l'aiuto che devi dare ai compagni di squadra… È tutto molto specifico".

 (Photo by Alex Pantling/Getty Images)

MIGLIORARE - Insomma, una meticolosità fuori dal comune. Che però, spiega lo spagnolo, serve eccome per raggiungere gli obiettivi prefissati. “Questa metodologia ti colpisce parecchio, soprattutto se la paragoni all'approccio generale a cui sei stato abituato altrove. Ma quando fai quegli esercizi e poi ti rendi conto che nei 90 minuti quella stessa situazione si ripete per 10 o 20 volte, capisci finalmente perché lavoriamo in quella maniera. E capisci perché facciamo le cose in maniera diversa rispetto agli altri, che ogni esercizio al suo significato e che può essere applicato direttamente sul campo. Nel momento in cui capisci quello, capisci anche quanto sia speciale Bielsa. Guardi le partite con i video analisti e ti rendi conto di quanto il suo modo di allenare migliori la squadra". E il fatto che il Leeds, oltre a essere undicesimo e abbastanza tranquillo, sia anche la squadra che i tifosi di Premier preferiscono vedere (esclusa ovviamente la propria) segnala che i miglioramenti ci sono eccome!