Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lizarazu, bordata a Deschamps: “La Francia non è sua, né di nessuno. Rispetto per Zidane”

Lizarazu, bordata a Deschamps: “La Francia non è sua, né di nessuno. Rispetto per Zidane” - immagine 1
L'ex Campione del Mondo interviene nella querelle.

Redazione Il Posticipo

Bixente Lizarazu, campione del mondo 1998 e compagno di nazionale sia di Deschamps che di Zidane si è schierato “contro” l'attuale commissario tecnico della Francia. Le sue parole sono riprese da Goal.com.

INFASTISITO

—  

Nella sua carriera, Bixente Lizarazu ha condiviso lo spogliatoio della nazionale francese per la prima volta Campione del Mondo e si è sempre distino, anche nel post carriera, come commentatore neutrale. Tuttavia le dichiarazioni di Noël Le Graët e quanto accaduto lo ha infastidito. "Non è un problema che non si sia posta la questione di una successione. Abbiamo tutti, nel calcio, chi ci sarà dopo di noi. Non mi piaciuto l'atteggiamento. La nazionale non appartiene né a Le Graët né a Deschamps. Avrei preferito che ci fosse stato un dibattito, e non solo un confronto a due tra Le Graët e Deschamps. Ho notato del pregiudizio nei confronti di  Zizou che invece merita la stessa considerazione di Didier".

Lizarazu, bordata a Deschamps: “La Francia non è sua, né di nessuno. Rispetto per Zidane” - immagine 1

RIVALITÀ

—  

I rapporti fra il capitano di quella nazionale e il trascinatore della Francia Campione del 1998 sembra raffreddatosi anche se l'ex tecnico del Real Madrid ha sempre tenuto una posizione piuttosto defilata. "Sono rimasto sorpreso. Zizou non è in rivalità con Didier. E comunque, non può esserci. Zizou è starto il migliore di noi, è un'icona del calcio francese e mondiale. Anche da allenatore ha fatto qualcosa di incredibile, inaudito. Nessuno può essere paragonato a lui. Ha la legittima ambizione di allenare ai massimi livelli, nazionale compresa anche se in questo caso si parla di sogno. Credo sia giusto che lo insegua anche perché è un posto che gli spetta quasi per continuità. Del resto Didier ha preso il posto di Laurent Blanc. Che Zizou voglia raccogliere la sua eredità e sedere sulla panchina della squadra francese non mi stupisce. Ripeto, è legittimo e non vedo alcun motivo che generi ravvia o polemiche. Anzi i tifosi francesi dovrebbero rallegrarsi".