Liverpool, Van Dijk salta l’Estonia per motivi personali e scattano le polemiche: “Tutte scuse…”

Virgil Van Dijk ha lasciato il ritiro della nazionale olandese e non prenderà parte alla seconda partita degli Oranje in questo turno delle qualificazioni a Euro 2020. Una decisione che ovviamente scatena subito polemiche in chiave Liverpool…

di Redazione Il Posticipo

Motivi personali. Il che nel calcio, come nella vita, può voler dire tutto…e niente. Ma il risultato, visto che di football si parla, rimane lo stesso. Virgil Van Dijk ha lasciato il ritiro della nazionale olandese e non prenderà parte alla seconda partita degli Oranje in questo turno delle qualificazioni a Euro 2020. Ad annunciarlo è proprio il profilo Twitter della rappresentativa dei Paesi Bassi, che cita appunto “ragioni personali” dietro la scelta del calciatore.  Poco male, perché la squadra guidata da Koeman si è già guadagnata la qualificazione al torneo continentale con il pareggio contro l’Irlanda del Nord. Dunque, la presenza di Van Dijk non è poi cosi necessaria.

NIENTE ESTONIA – La decisione è però comunque destinata a far discutere, perché il fatto che il difensore del Liverpool possa tornare prima dagli impegni internazionali, risparmiandosi forse anche qualche minuto del match di martedì contro l’Estonia è di certo un vantaggio per i Reds. La squadra di Klopp ha in programma un fine 2019 coi controfiocchi, che la porterà addirittura a metà dicembre a giocare due partite nel giro di 24 ore tra Carabao Cup e Mondiale per club. Un po’ di riposo è quindi il benvenuto per l’olandese e per il Liverpool, ma non certo per le avversarie, dirette e non, dei campioni d’Europa.


POLEMICHE
– E quindi, finché i “motivi personali” non saranno esplicitati, via alle polemiche, come dimostrano parecchi interventi sui social network. Anche perché Van Dijk è il quinto calciatore del Liverpool a lasciare la propria nazionale in questa settimana di pausa. Prima di lui era toccato a Salah, Henderson, Robertson e Joe Gomez. Tutti ufficialmente non in ottime condizioni fisiche, ma è logico che una tale “epidemia” possa far pensare male chi del Liverpool non è… E infatti qualcuno comincia già a parlare di “scuse”, sottolineando come questo potrebbe essere un piano di Klopp per avere i suoi calciatori al meglio in uno dei momenti clou della stagione. Del resto, visto che ormai anche in Premier si polemizza per qualsiasi cosa, sorprende poco una situazione simile…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy