Klopp e il senso del “You’ll never walk alone”: visita a Sean Cox

I reds giocano a Dublino e il tecnico del Liverpool non perde l’occasione di visitare la famiglia Cox. Sean è in ripresa e il peggio sembra alle spalle…

di Redazione Il Posticipo

A proposito di “You’ll never walk alone” che ha causato tanti problemi a Digne. Il motto del Liverpool è stato rispettato in pieno. I reds hanno giocato un’amichevole a Dublino e, come riporta il sito joe.co non hanno dimenticato Sean Cox, che è proprio di quelle parti e si sta pian piano riprendendo dopo quanto accaduto tre mesi fa.

RIPRESA – Klopp ha trovato il tempo per una visita alla famiglia del tifoso dei reds rimasto gravemente ferito prima di Liverpool-Roma. La situazione sembra stia migliorando: Sean è uscito dal coma e piano piano dà segnali di ripresa. Il tecnico non ha mancato di posare per una foto con la famiglia e ha passato un po’ di tempo con loro.

DEDICA – Il Liverpool non ha mai dimenticato il suo sfortunato tifoso. Anche in occasione del match con il Napoli, i reds si sono fermati in mezzo al campo omaggiando Sean Cox e ricordandogli appunto che non camminerà mai solo. Un gesto che è stato molto apprezzato dalla famiglia.

FAN – La visita a Sean Cox era doverosa, ma il tecnico del Liverpool non è nuovo a condividere del tempo con i tifosi, anzi: spesso si unisce con i tifosi per un drink o una chiacchierata, o anche per cantare qualche motivetto. È successo in occasione della finale di Champions e si è ripetuto durante la tournée americana. Insomma, il Liverpool ha ritrovato unità di intenti e una solidità che non si vedeva da anni. La società ha fatto il suo puntellando una rosa competitiva. Adesso, non resta che vincere.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy