Liverpool-PSG, Klopp ritrova Mbappè…nella squadra sbagliata!

Liverpool-PSG, Klopp ritrova Mbappè…nella squadra sbagliata!

Com’è che si dice, se non puoi batterli unisciti a loro. E qualche anno fa il tedesco è sceso in campo in prima persona, cercando di portare ad Anfield un giovanissimo Mbappè.

di Redazione Il Posticipo

Trovarsi di fronte Kylian Mbappè: un incubo per qualsiasi difensore, ma anche per chi siede in panchina. Come si ferma un ragazzino che ha addosso l’argento vivo e una velocità che fa paura? Un bel dilemma, che di certo renderà poco tranquilla la serata della retroguardia del Liverpool. E quella del suo allenatore. In realtà Jurgen Klopp un modo per rendere inoffensivo il campione del mondo…lo aveva anche trovato. Com’è che si dice, se non puoi batterli unisciti a loro. E il Sun riporta che, dimostrando ancora una volta di aver avuto davvero l’occhio lungo, il tedesco ha cercato di portare ad Anfield un giovanissimo Mbappè.

LUNGA CONVERSAZIONE – Si parla della stagione 2016/17, quando il nuovo talento del calcio mondiale aveva appena diciassette anni e aveva cominciato ad affacciarsi in prima squadra nel Monaco. Quando, per capirsi, aveva appena strappato a un certo Thierry Henry il record di marcatore più giovane della storia del club. E, come ha sempre fatto anche ai tempi del Borussia Dortmund, quando i gialloneri riuscivano a strappare giovanissime promesse persino alle grinfie dell’onnipotente Bayern, l’allenatore del Liverpool si sarebbe messo in gioco personalmente per riuscire a convincere il francesino a vestire la maglia dei Reds. Il Sun parla di una “conversazione durata ore”, in cui Klopp avrebbe cercato in tutti i modi di ottenere un sì.

MISSIONE FALLITA – Missione fallita, perchè Mbappè ha dimostrato di voler rimanere nella sua Francia e anche perchè il Liverpool non poteva (ancora) permettersi di pagare la cifra pazzesca richiesta dal Monaco. E quindi, dopo l’approccio del tecnico tedesco, le strade dei due non si sono più incrociate. Il ragazzo meraviglia del calcio mondiale ha prima fatto innamorare tutti con il Monaco, poi ha conquistato Parigi (detronizzando, o quasi, addirittura Neymar) e poi si è preso anche il mondo, con un mondiale in Russia che potrebbe anche proiettarlo verso il Pallone d’Oro. A Klopp è andata un po’ peggio, ma aver riportato il Liverpool in finale di Champions League è certamente un segnale che il suo lavoro sta pagando. Ora i due si stringono la mano sul palcoscenico più importante. E chissà se ricorderanno quella lunga conversazione di qualche anno fa. Di certo potrebbe farlo l’allenatore tedesco. Se Mbappè dovesse far fuoco e fiamme, l’impressione di vederlo nella…squadra sbagliata non gliela toglierà nessuno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy