Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Liverpool “Inevitabile”? Klopp non la prende per niente bene: “È una domanda di m***a…”

La storia del calcio è fatta di grandi squadre. E spesso a quelle che restano negli almanacchi viene dato un soprannome. C'è il Milan degli Immortali, l'Arsenal degli Invincibili e il Liverpool...degli Inevitabili. Questo il termine che la...

Redazione Il Posticipo

La storia del calcio è fatta di grandi squadre. E spesso a quelle che restano negli almanacchi viene dato un soprannome. C'è il Milan degli Immortali, l'Arsenal degli Invincibili e il Liverpool...degli Inevitabili. Questo il termine che la stampa inglese ha scelto per la squadra di Klopp. Comprensibile, considerando che non sembra tanto questione di "se" i Reds vinceranno la Premier League, ma piuttosto, con sedici punti di vantaggio e una partita da recuperare, di "quando". Un concetto che però al tecnico tedesco non piace per nulla. Del resto, potrebbe essere deleterio che la pressione crolli. E quindi Klopp...la prende male, come riporta Goal.

RISPOSTA PICCATA - E risponde per le rime a un giornalista che gli chiede cosa ne pensi del termine in voga per descrivere la sua squadra. "Sai già che è una domanda di m***a, ma me la fai comunque. Non ho mai sentito quella parola, non so cosa significhi. Cos'è inevitabile? Ah, è qualcosa che succederà per forza? Non ce ne frega niente. Per quello che mi riguarda, non siamo ancora neanche matematicamente qualificati per la Champions League. L'unica cosa su cui mi concentro è la prossima partita. Ora c'è lo Shrewsbury, poi il West Ham, poi il Southampton, poi ci riposiamo una settimana e si riparte. Ecco il piano, non ne conosco altri".

LOTTARE - La pressione mediatica, dunque, un po' di fastidio lo crea al tedesco. Che spiega che, quando si è nella sua posizione, meglio non ascoltare quello che viene detto della sua squadra. "Qualsiasi cosa diciate di noi, se è positiva grazie tante, se è negativa non mi interessa. Non posso cambiare la situazione. Nulla è deciso prima che accada, quindi perchè dovrei pensarci? La nostra ultima partita è un ottimo esempio. Non è stato facile vincere e non lo sarà mai. Dobbiamo sempre lottare con tutto quello che abbiamo, questo è quello che abbiamo fatto ed è il motivo per cui abbiamo vinto. Ed è l'unica cosa su cui possiamo concentrarci". Quindi Inevitabili per scelta...