Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Liverpool, festa scudetto…in famiglia: permessi speciali per entrare ad Anfield ai parenti dei calciatori

Finalmente l'attesa è davvero finita. Il titolo di campione d'Inghilterra è del Liverpool già da qualche settimana, ma i Reds solleveranno il trofeo dopo il match casalingo contro il Chelsea. Ma Anfield sarà vuoto...o quasi: gli organizzatori...

Redazione Il Posticipo

Finalmente l'attesa è davvero finita. Il titolo di campione d'Inghilterra è del Liverpool già da qualche settimana, ma le tradizioni vanno rispettate. Per far sì che il nome della squadra di Klopp venisse inciso sul trofeo, bisognava aspettare il giorno della consegna, che in caso di vittoria in anticipo coincide con l'ultima partita casalinga della squadra campione. Per i Reds quel giorno, segnato sul calendario da parecchio, è il 22 luglio, quando Henderson e compagni prima giocheranno con il Chelsea, che si vuole tenere stretto il piazzamento Champions, e poi potranno finalmente sollevare il trofeo. Peccato che la festa del popolo del Liverpool sia stata rovinata.

COVID -19 - Colpa del Covid-19, che ha impedito ai tifosi che aspettavano da trent'anni di vincere il campionato di festeggiare con i propri beniamini. Anfield sarà desolatamente vuoto, escludendo le squadre in campo e chi è allo stadio per lavorare. Anche se, come spiega il LiverpoolEcho, la Premier League ha fatto un'eccezione. Potranno essere presenti sugli spalti, ovviamente ben distanziate, le famiglie dei calciatori, che almeno potranno festeggiare il titolo assieme alle persone più importanti della loro vita. E lo faranno nel cuore della Kop, che non sarà piena come ci si poteva aspettare, ma che comunque ospita il palco in cui i tre decenni di sofferenza domestica dei Reds avranno ufficialmente fine.

COMITATO DI SICUREZZA - Tutto certo, o quasi, perchè come spiega il DailyMail c'è da attendere l'ok del comitato di sicurezza della Premier League. Fino a qualche giorno fa, sembrava che nessuno al di fuori delle persone strettamente indispensabili avrebbe potuto fare accesso all'impianto. Ma considerando l'eccezionalità della situazione, gli organizzatori del campionato inglese hanno pensato di allentare le restrizioni, almeno per le famiglie di chi è in campo. Una volta avuto il parere positivo, mogli e figli dei protagonisti dell'impresa del Liverpool potranno mettersi in viaggio per la tanto attesa festa. Che non sarà certo come ci si aspettava. Ma visto che c'è stato a lungo il rischio di non vedersi assegnata la Premier, dalle parti di Anfield non si lamenteranno poi troppo...